Come friggere senza odori, 5 trucchi per eliminare l’odore di fritto

Pubblicato da: Myriam Amato - il: 13-03-2018 8:36 Aggiornato il: 06-03-2018 12:40

Un'alimentazione varia ed equilibrata riduce il consumo di cibi fritti, ma ci sono degli alimenti come le patatine o le frittelle che danno il meglio di loro solo con la frittura. Come friggere senza odori?

Come friggere senza odori- foto farlofacile.com

Quando ci si appresta a friggere un cibo o una combinazione di ingredienti ci si appresta ad aprire tutte le finestre e accendere la cappa di aspirazione alla massima potenza, eppure tutto questo non sembra sufficiente per eliminare gli odori e non ritrovarsi l'ambiente impregnato del tradizionale odore di fritto.

Il sogno di tutti è quello di riuscire a friggere anche occasionalmente senza dover combattere con il cattivo odore.

Scelta dell'olio

La prima cosa da fare per friggere è scegliere il tipo di olio con cui cuocere il cibo: olio di oliva che resta dorato fino a 200 gradi per fritture saporite e olio di semi d'arachide che resta stabile fino a 190 gradi per fritture più delicate.

Temperatura per friggere

L'olio per friggere deve essere caldo, ma non deve fumare per non scurire all'esterno il cibo prima che sia cotto all'interno.

Come verificare la giusta temperatura per friggere? Basta immergere un pezzo di pane o un cucchiaio di legno e aspettare che si formino tante piccole bollicine.

Less is more

Il fritto perfetto si può ottenere friggendo pochi pezzi alla volta non solo per lasciare lo spazio necessario a una doratura uniforme ma soprattutto per mantenere la fiamma stabile e non lasciare inzuppare gli ingredienti di olio.

Come friggere senza odori

Esistono alcuni trucchi semplici che possono accontentare la gola e salvare ambienti e abiti dai cattivi odori. Come friggere senza odori e portare in tavola frittura di pesce, patatine fritte, cotolette di carne, parmigiana o frittelle di ogni tipo?

  • Fettina di mela – È sufficiente immergere una fettina di mela priva di semini nell'olio per prevenire l'odore e capire quando l'olio ha raggiunto la temperatura giusta per la frittura.
  • Acqua e aceto – In caso di frittura di pesce è possibile bollire acqua e aceto in un pentolino vicino alla pentola in cui si sta friggendo per annientare gli odori.
  • Chiodi di garofano – Il metodo a base di acqua e aceto può essere sostituito da una soluzione più profumata vale a dire pentola di acqua e chiodi di garofano.
  • Limone – Quando si prevede di friggere molto è opportuno premere mezzo limone all'interno dell'olio e immergerlo con la buccia per donare un aroma particolare alla frittura ed eliminare l'odore di fritto.
  • Odori – È possibile mettere un po' di prezzemolo nell'olio che si usa per friggere e disporre sul fuoco un pentolino con acqua, alloro e chiodi di garofano subito dopo aver fritto.
Myriam Amato

Laureata in Informazione e sistemi editoriali, lettrice ostinata e appassionata di ricette tradizionali e nuovi orizzonti culinari.

Ti è piaciuto questo articolo? Commentalo!

Scrivi un Commento

Termini di ricerca:

  • quando si frigge come togliere l odore immediato
  • a che temperatura deve essere l\olio per friggere senza ungere
  • come togliere la puzza di pesce prima di friggerlo
  • cucinare senza friggere
  • friggere eliminando gli odori
  • frittura odori come
  • odore di fritto
  • temperatura di frittura con olio di rapa