Liquore al caffè: ricetta originale, ricetta della nonna, Bimby e variante del liquore al caffè cremoso

3

Il caffè è una bevanda molto amata perché spezza la routine, conclude un pasto e fa socialità, ma regala qualcosa in più sotto forma di liquore. Scopriamo come fare il liquore al caffè! Gli amanti …

Il caffè è una bevanda molto amata perché spezza la routine, conclude un pasto e fa socialità, ma regala qualcosa in più sotto forma di liquore. Scopriamo come fare il liquore al caffè!

Gli amanti del caffè amano assaporare il gusto intenso dei chicchi di caffè in qualsiasi forma, dalla tazzina di caffè alla crema al caffè.

Tra i modi più apprezzati di gustare il caffè c’è il liquore al caffè, vale a dire un liquore home made simile Caffè Borghetti che unisce la voglia di ammazzacaffè e il desiderio di bere una tazza di caffè. A proposito, chi si chiede quanti gradi ha il Caffè Borghetti deve sapere che stiamo parlando di un liquore con 25 gradi.

Si tratta di un vero e proprio liquore e non di un caffè a cui è stata aggiunta una “correzione” di liquore: come si chiama il caffè con alcol? Quest’ultimo è il caffè corretto.

Il liquore al caffè è un liquore perfetto da sostituire il Bayles fatto in casa quando si vuole offrire qualcosa di unico alla fine di un pranzo o una cena speciale.

Come fare il liquore al caffè

La ricetta del liquore al caffè è semplice e facile da realizzare, d’altronde bastano pochi ingredienti e un po’ di tempo, ma richiede qualche piccola attenzione perché esistono diverse varianti.

Liquore al caffè, ricetta originale

Il liquore al caffè della ricetta tradizionale replica come si fanno i liquori, cioè mettendo in infusione nell’alcool a 95 gradi e miscelando con acqua e zucchero.

Nella versione tradizionale servono 250 g di zucchero, 350 ml di acqua tiepida, 350 ml di alcool puro, 250 ml di caffè espresso e 4 g di vanillina.

È necessario far sciogliere lo zucchero nell’acqua tiepida e aggiungere il caffè espresso e l’alcool poco alla volta. Il liquido si versa in una bottiglia e si fa riposare per 12-14 ore prima di aggiungere la vanillina e altra acqua fredda (fino a toccare il bordo della bottiglia).

Il liquore deve riposare per 40-50 giorni in dispensa o in un altro luogo asciutto, fresco e lontano da luce e fonti di calore. Tuttavia è necessario agitarlo per bene prima di servirlo.

Liquore al caffè senza acqua

La prima cosa da fare per preparare il liquore al caffè della ricetta della nonna è recuperare gli ingredienti della ricetta: 350 g zucchero; 200 ml di alcool puro; 250 ml caffè espresso.

Dopo aver preparato il caffè espresso con la classica moka o la macchinetta del caffè, è necessario versare il caffè in un pentolino dai bordi alti.

A questo punto si deve aggiungere lo zucchero, portare il pentolino sul fuoco e lasciare sciogliere lo zucchero a fiamma bassa (mescolando con un cucchiaio di legno o una spatola).

Trasferire il composto in una ciotola e farlo raffreddare completamente. Dopodiché si aggiunge l’alcool e si mescola accuratamente.

Il liquore al caffè va versato in bottiglie di vetro ben lavate e asciugate, chiuse con il tappo e messe a riposare per almeno 2 settimane prima di servirlo.

Liquore al caffè aromatizzato

La ricetta del liquore al caffè aromatizzato è molto simile alla precedente, ma richiede l’aggiunta di una stecca di vaniglia.

È necessario versare il caffè in un pentolino dai bordi alti, aggiungere lo zucchero e la stecca di vaniglia, portare tutto sul fuoco e riscaldare a fiamma bassa fino a quando lo zucchero non si sarà sciolto.

Dopo aver fatto raffreddare il liquido completamente e aver eliminato la stecca di vaniglia, quindi, si aggiunge l’alcool e si mescola. Il liquore al caffè va imbottigliato e conservato in dispensa.

Questa versione può essere aromatizzata anche mettendo in infusione la stecca di vaniglia, il caffè in polvere e l’alcool per qualche giorno. Successivamente il liquido va filtrato e usato per preparare il liquore (insieme al caffè e allo zucchero).

Se si vuole preparare un liquore più delicato allora si può sostituire lo zucchero con lo sciroppo di zucchero: basta sciogliere la stessa quantità di acqua e zucchero.

Liquore al caffè cremoso

Tra le varianti del liquore al caffè c’è anche quella del liquore al caffè cremoso, una versione più densa e corposa. È una specie di crema di caffè alcolica.

La ricetta del liquore al caffè cremoso regala una delizia da servire fredda in qualsiasi occasione, magari accompagnata da un ciuffo di panna.

Gli ingredienti per preparare il liquore al caffè denso cambiano leggermente dai precedenti: caffè per moka; 100 ml latte; 250 ml panna per dolci; 100 ml alcool puro; 200 g zucchero.

La prima cosa da fare è versare il latte e la panna in un pentolino, portare a bollore e togliere dal fornello. Versare lo zucchero e mescolare accuratamente fino a farlo sciogliere.

Successivamente si deve preparare il caffè ristretto, versalo nel composto a base di latte e panna e mescolare bene. Dopodiché si aggiunge l’alcool, si mescola di nuovo e si versa il liquido in una bottiglia.

Il liquore al caffè cremoso deve essere conservato in frigo per almeno 7-10 giorni prima di essere consumato.

Per la preparazione del liquore al caffè cremoso è possibile sostituire il caffè ristretto con il caffè solubile. Ovviamente vanno riviste le dosi degli ingredienti per preparare questo liquore al caffè in polvere (250 ml di latte, 250 ml di panna, 100 ml di alcol, 50 g di zucchero e 15 g di caffè solubile).

In questo caso occorre versare il latte e la panna in un pentolino, aggiungere lo zucchero e il caffè solubile e riscaldare il tutto sul fuoco fino a bollore. Spegnere il fuoco e fare raffreddare.

A questo punto non bisogna far altro che aggiungere l’alcool e mescolare bene e successivamente imbottigliarlo e lasciarlo riposare.

Liquore al caffè col Bimby

La ricetta del liquore al caffè diventa ancora più semplice e veloce se si utilizza il Bimby, sia nella versione classica che nella variante cremosa.

Per il liquore classico è necessario preparare 500 ml di caffè espresso, versarlo nel boccale insieme a 500 g di zucchero e azionare a Velocità 3 per 20 secondi. Dopo aver fatto raffreddare il tutto, occorre aggiungere 250 ml di alcool puro e lavorare sempre a Velocità 3 per 10 secondi. Quindi, imbottigliare.

Per la versione cremosa è sufficiente versare 500 ml di latte, 200 ml di panna per dolci, 350 g di zucchero e 50 g di caffè solubile nel boccale, impostare Velocità 3, 90 gradi di temperatura e 15 minuti di tempo e azionare. Dopo averlo fatto raffreddare, quindi, si può aggiungere 120 ml di alcool e lavorare a Velocità 4 per 30 secondi. Il liquore cremoso va imbottigliato e conservato in frigo.

Come conservare il liquore al caffè

Il liquore al caffè fatto in casa si può consumare entro 3 mesi, ma soltanto se viene conservato in un luogo asciutto e lontano da fonti di calore.

Per quanto riguarda liquore crema al caffè, invece, è possibile conservarlo in frigo (visto la presenza della panna e del latte) per qualche mese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759