Lupini: cosa sono, proprietà, benefici, ricette e controindicazioni

818

Il lupino, un legume presente sulle nostre tavole da alcune migliaia di anni. Non tutti lo utilizzano, ma tutti noi durante l’infanzia eravamo abituati a vedere i lupini insieme ad altri prodotti nei banchi dove …

Il lupino, un legume presente sulle nostre tavole da alcune migliaia di anni. Non tutti lo utilizzano, ma tutti noi durante l’infanzia eravamo abituati a vedere i lupini insieme ad altri prodotti nei banchi dove vendono frutta secca e olive.

Lo snack leitmotiv delle feste patronali e delle lunghe passeggiate è in realtà un legume a tutti gli effetti. Anzi, oltre a essere buonissimo, fa anche bene.

L’identikit dei lupini: cosa sono e pianta

pianta lupini

Che frutto è il lupino? Scientificamente conosciuto come Lupinus, è il frutto di una pianta appartenente alla famiglia delle Fabaceae, comunemente conosciute come leguminose.

Solitamente la pianta di lupini, non supera il metro e mezzo di altezza. Il periodo di maturazione di questo legume è luglio. Mentre il periodo di semina è tra ottobre e il mese di novembre.

É possibile trovare questo tipo di pianta in ambienti dove è presente molta acidità nel terreno. Le zone solitamente dove cresce allo stato selvatico, sono vicino le coste del Mar Mediterraneo.

I lupini bianchi sono sicuramente tra i più conosciuti, ma esistono numerose specie  commestibili. Iniziamo proprio dal lupino bianco o Lupinus albus, una delle specie più coltivate per il consumo umano. I suoi semi sono utilizzati per produrre farina di lupino, latte di lupino e altri prodotti alimentari.

Tra i più apprezzati c’è anche il lupino giallo o Lupinus luteus: ha fiori gialli vistosi e i suoi semi sono utilizzati in vari piatti .

Po c’è il Lupinus Angustifolius, conosciuto come lupino blu, ampiamente coltivato in Australia e in alcune parti dell’Europa. Ha fiori blu-violetti e produce semi utilizzati per l’alimentazione umana e animale.

Lupini, le proprietà nutrizionali

In passato ai lupini non venivano data la stessa importanza che ricevono oggi. Attualmente ha ottenuto un posto di rilievo e sta pian piano entrando nelle abitudini alimentari delle persone. Si parla infatti di un alimento salutare e pieno di benefici per l’organismo se assimilato nelle giuste quantità. Ma cosa offre questo legume al corpo umano? Ecco adesso elencate alcune delle sostanze benefiche dell’organismo presenti nel lupino: Vitamine A, del gruppo B (B1, B2, B3, B5, B6), Omega 3, omega 6 e la vitamina C.

Mentre a livello di minerali è possibile trovare: rame, zinco, ferro, sodio, calcio, potassio, selenio, fosforo, magnesio e manganese. Inoltre sono presenti anche le proteine, acqua, fibre, carboidrati, ceneri, calorie e grassi.

Molte sono le proteine vegetali presenti all’interno del lupino. Il numero di queste sostanze supera quello delle uova. Inoltre spesso il lupino, potrà sostituire la carne sempre grazie all’alto contenuto di proteine che possiede. Solamente con la differenza che l’organismo potrà ricevere proteine vegetali anziché animali.

Lupino: benefici per l’organismo

a cosa fanno bene i lupini

Arriviamo al dunque. A cosa fa bene mangiare i lupini? Secondo gli esperti, consumare regolarmente questi legumi porta un miglioramento generale nell’organismo, dal punto di vista della digestione e dell’assimilazione degli alimenti.

Alcune ricerche hanno evidenziato la loro capacità di combattere il colesterolo cattivo e i radicali liberi, grazie a degli antiossidanti molto forti presenti al loro interno. Sembrerebbe che questo alimento tuteli anche dal diabete, secondo alcuni studi fatti in materia: il perché i lupini abbassano la glicemia risiede nel loro alto contenuto di fibre solubili (che rallentano l’assorbimento di zuccheri) e nel loro basso indice glicemico (che limita i picchi di glucosio).

Un aspetto che li rende ancora più interessanti, è la mancanza di glutine a loro interno. Di conseguenza per le persone affette dalla celiachia, questo tipo di alimento è perfetto.

L‘olio ricavato dai lupini, offre al corpo molti effetti benefici. Non è un caso se viene impiegato anche nel settore della cosmesi. Grazie alle sue proprietà, aiuta a combattere le rughe. Tutela la pelle dai raggi del sole e la rende più elastica.

Lupini e calorie

Anche se presenta moltissime qualità benefiche per l’organismo e di conseguenza per la salute, il lupino non è un alimento adatto per una dieta. Offre molti vantaggi se consumato questo legume, ma far perdere peso non rientra tra le sue qualità. Anzi, se in eccesso, i lupini fanno ingrassare.

Il motivo è semplice: le troppe Kcal presenti al suo interno. Sono presenti circa 371 calorie su 100 grammi di questo alimento.

Comunque per coloro che fossero interessati, la pasta, il pane e i biscotti realizzati con farina di lupino sono già presenti in commercio  e a dirla tutta, si tratta di alimenti davvero buoni e gustosi, perfetti per sostituire i classici prodotti a base di grano!

Come usare i lupini: ricette e idee

lupini ricette

Non solo snack. Sono legumi versatili che possono essere utilizzati in molte ricette in cucina. Ecco alcune idee per apprezzare appieno il loro sapore:

  • Insalate e antipasti: È possibile aggiungerli a insalate miste per aumentare il contenuto proteico e conferire una consistenza croccante. Possono anche essere utilizzati come antipasto, magari marinati in olio d’oliva, aglio e erbe aromatiche per un sapore extra.
  • Zuppe e stufati: Aggiungono sostanza e sapore a zuppe e stufati. Possono essere aggiunti interi o schiacciati per creare una consistenza più densa al piatto.
  • Hummus: Possono essere utilizzati al posto dei ceci tradizionali per preparare un delizioso hummus. Basta frullare i lupini cotti con aglio, olio d’oliva, succo di limone e tahini fino a ottenere una consistenza cremosa. Si può anche aggiungere peperoncino o erbe aromatiche per un tocco extra di sapore.
  • Burger vegetali: Non bisogna far altro che mescolae i lupini schiacciati con verdure tritate, pane grattugiato e condimenti per creare burger vegetali gustosi e ricchi di proteine.
  • Formaggio: Il formaggio di lupini è un prodotto alternativo per coloro che seguono una dieta vegana, vegetariana o senza lattosio. Il processo di produzione prevede la loro macinazione in farina, la miscelazione con acqua, agar agar e altri ingredienti come olio, sale e aromi, e successivamente la coagulazione e la fermentazione per ottenere una consistenza simile al formaggio tradizionale. 
  • Farina: La farina di lupino è una valida alternativa senza glutine alla farina di frumento. Può essere utilizzata per preparare pane, biscotti, torte e altri prodotti da forno.
  • Latte: I lupini possono essere macinati e mescolati con acqua per produrre un latte vegetale cremoso e ricco di nutrienti. Può essere consumato da solo, versato sul cereale o utilizzato in bevande calde come il caffè.

Lupini, controindicazioni

I lupini, se consumati in quantitativi considerevoli, possono arrecare alcuni tipi di disturbi o complicazioni alla salute. Ovviamente come appena detto, la quantità di questo alimento assimilata deve essere sostanziosa. Ecco le tre cause riconosciute che si possono verificare:

  • Allergie
  • Avvelenamento
  • Un effetto lassativo

Nel caso delle allergie, i sintomi sono i più svariati. Solitamente le persone che risultano allergiche ad alimenti come arachidi, lenticchie, fagioli, ecc. sarà molto probabile che lo siano anche verso i lupini. I sintomi possono essere alcuni dei seguenti: Dolori di tipo addominale, difficoltà nel respirare, eritemi, asma.

I lupini possono essere velenosi a causa dei loro alcaloidi tossici e di conseguenza pericolosi. È da qui che ha origine il luogo comune dei lupini che fanno male al fegato. Fortunatamente è possibile riconoscerli quando sono in queste condizioni. Il sapore del lupino è il fattore che fa da spia. Se al gusto si presenta troppo amaro, allora non andrà ingerito. La causa è la sua lavorazione che non è stata completata al 100%. Ma è da precisare che questi casi, sono veramente rari.

Inoltre, se consumati in maniera esagerata, si trasformano in potenti lassativi. Anche dolori addominali potranno verificarsi assieme alla diarrea. Questo stato di malessere ovviamente non è pericoloso. Scomparirà nel giro di poco, ma è bene riguardarsi nell’alimentazione durante i giorni di fastidio.

Ricetta nella manica: il pesto di lupini

Ecco una semplice ricetta realizzabile con i lupini, il suo buonissimo pesto! Un piatto decisamente poco comune, ma che saprà soddisfare anche i palati più raffinati!
Ingredienti ( per quattro persone):

  • Pomodori secchi (ne bastano tre)
  • Lupini (mezz’etto)
  • Capperi di Pantelleria (dieci)
  • Olio extravergine d’oliva (un cucchiaio dovrebbe bastare)

Procedimento:

Per prima cosa i lupini dovranno essere privati della loro buccia. Munirsi di un contenitore, idoneo per poter frullare. Adesso immettere i lupini sbucciati, nel recipiente ed aggiungere gli altri ingredienti. Ovvero i capperi ed i pomodori.

Successivamente utilizzare il frullatore (a velocità moderata) ed aggiungere un po’ di olio extravergine d’oliva durante il procedimento.

Quando il composto sarà simile ad una crema, allora il pesto di lupini potrà essere gustato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759
Non perderti le ultime novità! Vuoi ricevere una notifica quando pubblichiamo un'aggiornamento? No, grazie Sì, certo