Come cucinare gli spaghetti di riso: ricette e istruzioni

1K

La cucina asiatica è riuscita a conquistare anche i palati più legati alla tradizione con i suoi sapori e suoi profumi così lontani e interessanti. Scopriamo come cucinare gli spaghetti di riso. L’insalata di spaghetti …

La cucina asiatica è riuscita a conquistare anche i palati più legati alla tradizione con i suoi sapori e suoi profumi così lontani e interessanti. Scopriamo come cucinare gli spaghetti di riso.

L’insalata di spaghetti di riso con verdure e più in generale le ricette con protagonisti gli spaghetti asiatici ci lasciano intuire come questo ingrediente sia molto versatile.

Originari dell’Asia, hanno guadagnato popolarità in tutto il mondo grazie alla loro delicatezza, leggerezza e capacità di assorbire i sapori dei condimenti con cui vengono accompagnati.

L’assenza di glutine e il loro essere digeribili ha reso questi spaghetti i migliori amici dei celiaci e di chi ha problemi con la digestione.

Cosa sono gli spaghetti di riso?

Prima di capire come cucinare gli spaghetti di riso è bene fissare ben a mente le caratteristiche di questo ingrediente tipico della cucina orientale.

Questi spaghetti sono preparati principalmente con farina di riso e acqua (e in molti casi con amido di mais o tapioca). Il loro aspetto è sottile, il loro colore è bianco traslucido, la loro consistenza è elastica mentre il loro sapore è neutro.

Gli spaghetti di riso offrono circa 290 calorie ogni 80 grammi di spaghetti e sono privi di glutine, rendendoli adatti anche per coloro che seguono una dieta senza glutine.

I rice noodles sono una buona fonte di manganese e fosforo importanti per la salute ossea e la protezione delle cellule dai radicali liberi in particolare.

Come cucinare gli spaghetti di riso

spaghetti di riso ricette
Spaghetti di riso con pollo

Ormai i rice noodles si trovano ovunque, dai supermercati ai negozi di prodotti tipici orientali, ma possono esprimersi appieno soltanto con una preparazione a regola d’arte. Ecco come cucinare gli spaghetti di riso:

  • Bollitura – È il metodo più comune per cucinare gli spaghetti di riso. Basta riempire una pentola con abbondante acqua e portarla a ebollizione; aggiungere un filo di olio e i rice noodles; cuocere la seguendo le istruzioni sulla confezione, di solito per 2-4 minuti, mescolando delicatamente per evitare che si attacchino. Dopodiché è necessario scolarli e risciacquarli con acqua fredda per fermare la cottura.
  • Immersione in acqua calda – Questo metodo è ideale per preparare gli spaghetti di riso in piatti freddi. Non bisogna far altro che metterli in una ciotola e coprirli con acqua calda, lasciandoli ammollare per circa 10-15 minuti o finché saranno morbidi e flessibili.
  • Padella – In questo caso è necessario far bollire i rice noodles per qualche minuto e ripassarli in padella o nel wok con olio e verdure già cotte. Questo metodo aggiunge una deliziosa croccantezza agli spaghetti orientali.
  • Vapore – Sì, gli spaghetti di riso si possono cuocere al vapore semplicemente posizionandoli nell’apposita pentola per cottura a vapore e lasciare cuocere a fiamma bassa.
  • Piastra – Gli spaghetti di riso alla piastra sono uno dei piatti orientali più conosciuti in assoluto. In questo caso, dopo aver bollito e ripassato gli spaghetti nella padella, si fanno saltare su una piastra molto rovente. Il risultato sarà uno spaghetto croccante.
  • Brodo – Questi spaghetti orientali si prestano anche al brodo aromatico, sia vegetale che di carne (manzo o pollo).

Come fare gli spaghetti di riso a casa

ricetta spaghetti di riso
Spaghetti di riso con peperoni

Perché comprarli quando si possono fare in casa? La ricetta degli spaghetti di riso è facile e veloce e non richiede grande dimestichezza in cucina.

Per realizzare questi noodles traslucidi si dovrà mescolare farina di riso e acqua (e fecola di patate se si vuole ottenere una migliore gelatinizzazione e una pasta più elastica e trasparente).

È sufficiente versare la farina di riso e la fecola di patate  in una ciotola, mescolare delicatamente con una frusta e aggiungere con l’acqua gradualmente, cercando di ottenere una consistenza liscia e priva di grumi.

Dopo aver ottenuto una miscela omogenea, occorre coprire la ciotola con pellicola trasparente e lasciare riposare l’impasto per almeno un paio di ore. Questo passaggio è fondamentale per consentire alla farina di riso di idratarsi completamente, rendendo più facile la stesura dell’impasto successivamente.

A questo punto si deve preparare una grande superficie di lavoro leggermente infarinata e stendere l’impasto con un matterello, cercando di ottenere uno spessore uniforme e sottile. In alternativa si può usare una macchina per la pasta.

Ora, con l’impasto steso, si può procedere in due modi: tagliarlo in strisce sottili usando un coltello affilato o utilizzare un tagliapasta specifico per noodles.

Una volta preparati, si può scegliere in che modo cucinarli per deliziare il palato e stupire gli ospiti. Spaghetti di riso con verdure e uovo; spaghetti di riso con pollo e verdure; spaghetti di riso con gamberi: gli spaghetti di riso si prestano a moltissime ricette. Non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759
Non perderti le ultime novità! Vuoi ricevere una notifica quando pubblichiamo un'aggiornamento? No, grazie Sì, certo