Il Pandoro di Verona

Per 1 pandoro: –       500 gr di farina manitoba –       4 uova intere e 3 tuorli –       200 gr di zucchero –       25 gr di lievito di birra –       250 gr di burro –       50 ml di latte …

Per 1 pandoro:

–       500 gr di farina manitoba

–       4 uova intere e 3 tuorli

–       200 gr di zucchero

–       25 gr di lievito di birra

–       250 gr di burro

–       50 ml di latte

–       1 pizzico di sale

–       1 bustina di vanillina

–       Zucchero a velo per guarnire

 

Costituisce il simbolo del pranzo di Natale, delizioso e soffice, profumato di vaniglia e cosparso di dolcissimo zucchero a velo…è il Pandoro, dolce che richiama la città di Verona, anche se le origini sono contese tra l’Austria ed il Veneto, ma consumato e diffuso in tutto il mondo.

La ricetta tradizionale del Pandoro richiede 2 giorni di preparazione fra impasto e lievitazioni varie. Certo che acquistarne uno già pronto è molto più semplice, ma se volete provare la soddisfazione di creare un pandoro tutto artigianale, armandovi di pazienza, otterrete senz’altro un risultato che compenserà l’attesa e la perseveranza. Di seguito il procedimento…seguite con cura tutte le fasi della ricetta.

Iniziamo col preparare il lievitino che è la base alla quale aggiungere gli impasti successivi. Sciogliamo, dunque, il  lievito nel latte tiepido e aggiungiamo tanta farina quanto basta per ottenere un panetto che faremo lievitare al caldo e coperto da un panno pulito.

Quando l’impasto sarà raddoppiato di volume, lo riprendiamo e vi aggiungiamo un etto di farina, un etto di zucchero e 2 tuorli.

Formiamo una palla e rimettiamo l’impasto ottenuto a lievitare nuovamente. Al termine, aggiungiamo altri 100 gr di farina e altri 100 gr di zucchero, poi, un altro tuorlo, 3 uova intere, un pizzico di sale e una bustina di vanillina. Lavoriamo bene l’impasto per almeno un quarto d’ora e vi amalgamiamo il burro ridotto a crema, fino a che sarà completamente assorbito.

Dispniamo l’impasto all’interno di uno stampo per pandoro, imburrato ed infarinato. Lasciamo lievitare per circa 3 ore fino a che l’impasto sarà salito sui bordi.

Al termine, cuociamo in forno preriscaldato a 190° per una decina di minuti, poi abbassiamo la temperatura del forno a 170° e completiamo la cottura per altri 20 minuti.

Un consiglio utile al mantenimento dell’umidità del pandoro e ad evitare che esso si secchi troppo, è quello di disporre sul fondo del forno un recipiente con dell’acqua.

Una volta cotto, sforniamo il pandoro e lo lasciamo raffreddare. Lo disponiamo in un bel piatto da portata e lo cospargiamo di abbondante zucchero a velo.

Vedrete che bontà…da leccarsi i baffi!!!

Buon Natale!

0 da 0 voti

Il Pandoro di Verona

Ricetta: Il Pandoro di Verona

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valutazione ricetta




Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759