Cosa mangiare quando fa freddo? In forma con la dieta inverale

Pubblicato da: ValeriaM - il: 13-02-2017 9:06 Aggiornato il: 11-01-2018 15:36

Introduzione

Quando le temperature si abbassano aumenta la voglia di piatti ipercalorici, come restare in forma? Con la dieta invernale si possono perdere 2 kg in 7 giorni senza rinunciare al gusto dei piatti che ci confortano durante il grande freddo. Le temperature rigide attivano il metabolismo dei grassi e si può arrivare pronte al grande appuntamento con la primavera in perfetta forma.

I consigli salva linea

Quando fa freddo si devono mangiare verza, cavoli, cavolfiori, broccoli, radicchio, scarola, spinaci, funghi e porri. Prodotti tipici della tradizione contadina con cui si possono preparare ricette semplici e salutari. Secondo alcune ricerche scientifiche alcuni ortaggi dall’odore forte e penetrante come i cavoli contengono sostanze protettive per il nostro organismo.

Tra i consigli salva linea degli esperti ve ne sono alcuni importanti, per esempio dovete sapere che se volete dimagrire non dovete digiunare, ma scegliere i cibi giusti come quelli che vi abbiamo appena proposto. L’obiettivo della dieta invernale è quello di mangiare sino a sazietà senza alcuna limitazione per evitare quel senso di frustrazione tipico del lunedì sera quando si inizia una dieta. Il piano alimentare che vi proponiamo prevede ricette deliziose con un occhio di riguardo solo alle quantità di zuccheri da introdurre ogni giorno. Tuttavia alcuni cibi devono essere pesati come cereali, legumi, polenta, farinacei, latticini e formaggi e soprattutto non possono occorre fare le opportune associazioni. Ovviamente via libera agli spuntini a base di frutta e agli infusi golosi. Bastano davvero poche regole per raggiungere gli obiettivi prefissati. Innanzitutto fate colazione entro un’ora dal risveglio, poi tra un pasto e l’altro non lasciate passare più di tre ore e preferite dolcificanti naturali.

Le ricette

Le ricette della dieta inverale che vi proponiamo sono ispirate a quelle presenti sul numero 6 di Viversani&Belli. Iniziamo subito con la ricetta della zuppa di miso, strano ma vero le ricette giapponesi sono perfette per ritrovare la forma. La misoshiru è un brodo aromatizzato con alga wakame. Gli ingredienti principali sono porro, carote, zenzero, tofu, daikon e ovviamente miso. Dopo aver rosolato le verdure per 10 minuti in olio di semi, aggiungete l’alga (messa in ammollo per qualche minuto), e poi l’acqua e fate cuocere per altri 15 minuti. Stemperate il miso con il brodo caldo e poi aggiungete alla fine il tofu.

Una ricetta Made in Italy per gli amanti della nostra cucina è la polenta con radicchio e taleggio che si prepara con la farina pronta a cui si aggiunge il parmigiano grattugiato, il taleggio e lo zafferano. Il radicchio invece si fa saltare con olio e porro e si serve come contorno. Infine tra le ricette della dieta inverale c’è la zuppa di cipolle, un grande classico per il grande freddo. Per la preparazione usate 2 cipolle belle grosse, 2 tazze di brodo vegetale e aromi a piacere. Tagliate e affettate le cipolle e fatele appassire in poco olio per 10 minuti a fiamma bassa poi aggiungete il brodo e gli aromi, e infine gratinate al giorno con una spolverata di parmigiano. L’ultima ricetta che vi proponiamo è molto dolce, si tratta delle mele speziate al forno. Eliminate il torsolo e lasciate la buccia, poi disponetele in una pirofila e aggiungete succo di limone, cannella in stecca e un po’ di acqua. Cuocete in forno a 200°C per 30 minuti.

Il programma alimentare

Il piano alimentare della dieta invernale vi farà perdere 2 kg in 7 giorni. È vario e bilanciato e privilegia ricette tradizionali preparate con prodotti di stagione. I piatti sostanziosi non sono banditi anzi, sono concesse persino le salsicce e la cioccolata calda. Iniziamo subito con lo schema da seguire.

  • 1° giorno: a colazione bevete un caffè amaro o dolcificato con stevia, 200 ml di latte parzialmente scremato, 1 galletta di mais con 1 cucchiaino di marmellata di arance; per lo spuntino invece coccolatevi con una tisana zenzero e limone mentre a merenda gustate la mela speziata al forno; pranzo e cena si possono invertire e potete scegliere tra petto di pollo alla piastra con scarola in padella e vellutata di spinaci;
  • 2° giorno: oltre al caffè mangiate una fetta di pane integrale tostato con 1 uovo strapazzato e salmone e sorseggiate una tazza di tè verde; per lo spuntino di metà mattina puntate sul tè alla rosa canina e 3 mandorle mentre a merenda provate la pera cotta speziata. Anche in questo caso pranzo e cena, i pasti più importanti, sono sostanziosi: carne alla pizzaiola con origano accompagnata con scarola, oppure zuppa di cipolle e filetti di pesce al forno gratinati;
  • 3° giorno: per la colazione sulla galletta di riso potete spalmare 100 grammi di ricotta emulsionata con cannella e cacao amato, accompagnata con il caffè, gli spuntini e la merenda sono più golosi perché sono concessi una tisana alle spezie e 4 nocciole e una tazza di cioccolata calda fondente. A pranzo deliziate il palato con uno sformato di cavolfiori a cena coccolatevi con la zuppa di cereali a base di farro e orzo con qualche tocchettino di speck;
  • 4° giorno: per questo giorno la colazione diventa quasi internazionale perché accanto a caffè e galletta di riso dovete abbinare una fetta di prosciutto cotto e una di formaggio. Merenda e spuntino sono “intercambiabili” visto che dovete bere una tisana alle spezie oppure un infuso allo zenzero e sgranocchiare frutta secca (3 mandorle o 10 pistacchi). I pasti principali sono: ossobuco con spezie e aromi, polenta con radicchio e taleggio. A fine giornata prima di andare a letto bevete un infuso al finocchio;
  • 5° giorno: la colazione del terzultimo giorno di dieta (che corrisponde al venerdì se iniziate il lunedì) è classica con caffè, latte e biscotti ai cereali. Lo spuntino invece prevede un infuso allo zenzero e per merenda un cappuccino. A pranzo provate la zuppa di miso e a cena tornate in Italia con le lenticchie cotte e le salsicce;
  • 6° giorno: la colazione e gli spuntini sono gli stessi di quelli previsti per il 2° giorno, cambiano il pranzo e la cena che non possono essere invertiti perché a mezzogiorno dovete mangiare scamorza o tomino alla piastra con 1 fettina di speck, mentre la sera il brasato di manzo insieme alle verdure cotte (tra quelle indicate nel paragrafo “I consigli salva linea”);
  • 7° giorno: l’ultimo giorno vi lascerà molto soddisfatti perché colazione e merenda sono come quelli del 3° giorno, a pranzo potete mangiare il petto di pollo all’arancia con radicchio alla piastra e a cena il baccalà in padella con pomodoro, olive nere e capperi. Per rendere il piatto meno pesante servite con un’insalata verde e una manciata di semi di zucca.
ValeriaM

Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.

Ti è piaciuto questo articolo? Commentalo!

Scrivi un Commento

Termini di ricerca:

  • cena quando e\ freddo
  • se mangiacibo freddo un bimbo
  • restate in forma con alimentazione in inverno
  • piatti di sera quando fa freddo
  • inverno cosa mangiare apranzo e cena
  • cosa mangiare la sera quando e freddo
  • cosa mangiare di inverno prima di una partita di calcio
  • cosa cucinare quando fa freddo
  • cosa cucinare perché fa freddo
  • spuntino quando e inverno e fa freddo