Daikon super food alla portata di tutti

Pubblicato da: ValeriaM - il: 23-12-2017 13:19

Il nome è molto esotico e, probabilmente, pochi di noi avranno già assaggiato il daikon. Ma si tratta di un cibo che merita di essere conosciuto, un po' per il suo sapore alquanto gradevole e la sua anima eclettica e soprattutto perché fa molto bene alla salute.

Non è un caso che questa radice (perché di radice si tratta!) venga sempre più considerata un vero e proprio super alimento, ovvero un cibo che fa bene all'organismo e che, grazie alle sue proprietà, è in grado di prevenire l'insorgenza di malattie e patologie anche gravi.

Il nome scientifico del Daikon è Raphanus Sativus, perché si tratta di una radice alquanto pungente e che ricorda molto il sapore di un ravanello. Sappiamo che i cibi che vantano questo sapore sono ben considerati dalle culture orientali, che li definiscono astringenti.

È meraviglioso considerare che questi alimenti hanno il potere di astringere, ovvero di bloccare la formazione dei liquidi in eccesso che spesso porta ad accumulare peso e anche ristagni di acqua e di linfe che possono degenerare nella cellulite e nella pelle a buccia di arancia. I cibi astringenti vengono inoltre consigliati dalla medicina cinese e dall'Ayurveda quando c'è bisogno di tonificare il corpo e anche di riportare una certa lucidità mentale, perché sappiamo che la dieta ha un valore essenziale in queste millenarie culture.

Tornando al daikon, si tratta di una radice che viene chiamata anche ravanello cinese o ravanello giapponese, perché la sua origine è asiatica.

In Asia il daikon viene coltivato in molte varietà ed è popolarissimo nella cucina giapponese che lo impiega come ingrediente della buona e salutare zuppa di miso ma anche per preparare primi piatti e contorni di verdura. Il daikon viene sfruttato nella cucina macrobiotica e oggigiorno è coltivato anche in Italia, dove può essere preparato come ortaggio da aggiungere alle insalate, alle zuppe o ai contorni di verdura fresca e cotta.

Super cibi per dimagrire: il daikon e le sue poche calorie

Il daikon è considerato un super alimento perché ha un grande potere dietetico. Basti pensare che 100 grammi di prodotto contengono circa 20 calorie, quindi quasi niente! In più il daikon vanta molti benefici per la linea, su tutti l'ampio contenuto di fibre che sono un toccasana per chi sta cercando di perdere peso.

Sappiamo che le fibre sono infatti fondamentali per ripristinare la corretta digestione ed evitare fenomeni di stipsi e di costipazione. Il daikon, con le sue zero calorie e la sua abbondanza di fibre può quindi essere inserito con fiducia nella dieta settimanale, al posto delle carote o dei tuberi, come alternativa molto gustosa alle classiche patate.

Benefici del Daikon

Non solo fibre e poche calorie per questa radice, che è ricchissima di vitamina C. Sappiamo che la vitamina C è fondamentale per il suo effetto antiossidante, ovvero si occupa di aiutare l'organismo ad eliminare i radicali liberi in eccesso che, a causa dell'inquinamento e delle errate abitudini di vita possono accumularsi nell'organismo. I radicali liberi sono causa di molte malattie anche gravi come i tumori o gli infarti, quindi consumare super food che la contengono è una prevenzione intelligente da fare con l'alimentazione di ogni giorno.

Ricordiamoci, in ogni caso, che la vitamina C si perde quando il daikon viene cotto, quindi in ottica di un'integrazione vitaminica è sempre buona norma alternare il daikon (come tutte le verdure) cotte e curde, per approfittare al massimo del loro benefico apporto vitaminico.

E veniamo alla depurazione, che è forse il principale beneficio che il daikon ci regala. Questa radice è depurante, aiuta a sollevare il fegato dai suoi 'impegni' e ne normalizza il funzionamento, in più aiuta ad eliminare i liquidi in eccesso, come dicevamo prima a proposito delle proprietà dei cibi astringenti. Il daikon è quindi consigliato a chi soffre di ritenzione idrica, a tutte le persone che vogliono favorire la circolazione e a chi desidera attuare una depurazione naturale degli organi interni.

Il daikon lavora quindi efficacemente sulle vie aeree e previene la comparsa dei malanni di stagione come i raffreddori e le influenze. In più la radice è una miniera di preziosi sali minerali come il calcio e il ferro e contiene molto beta carotene che fa benissimo alla pelle e la salvaguarda, soprattutto nel corso del periodo invernale.

Come consumare il daikon

Oggigiorno possiamo per fortuna reperire il daikon in molti ipermercati e anche nei negozi che vengono frutta e verdura biologica. È alquanto preferibile scegliere daikon coltivati in Italia, perché sicuramente arrivano da una filiera più vicina e fanno meno strada per arrivare sulle nostre tavole. Il daikon è inoltre un cibo ad alta resa, perché ne basta davvero poco, in quanto il suo sapore è molto pungente. Il costo importante non deve quindi spaventarci, perché ne basta pochino da consumare nel corso della settimana.

Come preparare il daikon? La scelta migliore è alternare piatti cotti a piatti crudi, quindi possiamo grattugiarlo o affettarlo (con lame di ceramica!) e aggiungerlo alle insalate, oppure cuocerlo come una normale verdura, meglio se al vapore. La cottura al vapore ci aiuta infatti a mantenere inalterate tutte le virtù degli ortaggi e a preservare l'apporto di vitamine e di sali minerali che altrimenti verrebbe annullato da cotture più incisive. Il daikon cotto può quindi essere impiegato nelle zuppe di verdura, nella zuppa di miso, ma anche nel semplice minestrone per apportare un sapore originale. Il daikon può essere aggiunto alle spadellate di verdure e gustato così come è, magari in abbinamento a cereali integrali per una cena riposante e salutare.

E infine, il daikon può essere consumato sotto forma di germogli e questa è davvero un'ottima idea. Possiamo acquistare il germogliatore e farci germogli in casa, perché è semplice, economico e sicuro. I semi possono essere acquistati nei negozi appositi e nei centri che vendono prodotti bio, quindi i germogli consumati in insalata o come antipasto. Questi prodigi della natura offrono tantissime sostanze preziose, sono a zero calorie e sono una riserva di sali minerali, tutti da gustare per arricchire i nostri pranzi con alimenti sani e ricchi di buone caratteristiche nutrizionali.

ValeriaM

Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.

Ti è piaciuto questo articolo? Commentalo!

Scrivi un Commento