Longevità e salute: 5 cibi da evitare dopo i 60 anni

340

I 60 anni segnano un capitolo importante, ma richiedono una cura particolare per mantenersi in salute (alimentazione compresa). Quali sono i 5 cibi da evitare dopo i 60 anni? Raggiungere i 60 anni è un …

I 60 anni segnano un capitolo importante, ma richiedono una cura particolare per mantenersi in salute (alimentazione compresa). Quali sono i 5 cibi da evitare dopo i 60 anni?

Raggiungere i 60 anni è un traguardo importante e una corretta alimentazione gioca un ruolo fondamentale nel garantire una buona salute e benessere in questa fase della vita.

Da un lato è importante concentrarsi su alimenti in grado di apportare nutrienti essenziali mentre dall’altro lato è necessario fare attenzione a evitare cibi che possono avere impatti negativi sulla salute.

Come cambia il corpo a 60 anni?

dieta a 60 anni
Coppia anziana

L’alimentazione è un pilastro fondamentale di uno stile di vita sano, elemento capace di influenzare direttamente la qualità della vita e la prospettiva di una longevità gratificante.

Il piano alimentare diventa ancora più importante in presenza di cambiamenti fisiologici, come quelli che avvengono dopo i 60 anni.

  • Rallentamento del metabolismo – A 60 anni, il metabolismo tende a rallentare. Questo significa che il corpo brucia calorie a un ritmo inferiore rispetto alle fasi precedenti della vita. Di conseguenza, è importante fare scelte alimentari consapevoli per mantenere un peso corporeo sano e fornire al corpo i nutrienti necessari.
  • Perdita di massa muscolare e forza – Con l’avanzare dell’età, si verifica una progressiva perdita di massa muscolare e forza. Questo fenomeno può influire sulla capacità di svolgere attività quotidiane e aumentare il rischio di infortuni. Una dieta ricca di proteine e l’esercizio fisico sono fondamentali per mantenere e potenziare la massa muscolare.
  • Cambiamenti nel sistema digestivo – Dopo i 60 anni, anche il sistema digestivo può diventare meno efficiente in quanto può diminuire la produzione di enzimi digestivi, rallentando il processo di digestione e assimilazione dei nutrienti. Ciò sottolinea l’importanza di una dieta equilibrata e variegata che favorisca una buona digestione.
  • Aumento di sensibilità a determinati nutrienti – In questa fase della vita, il corpo può diventare più sensibile a certi nutrienti, come il sodio. Un eccesso di sodio favorisce l’aumento della pressione sanguigna, mettendo a rischio la salute cardiovascolare. Per questo è importante limitare l’assunzione di alimenti ad alto contenuto di sodio.
  • Cambiamenti ormonali – Molte persone possono sperimentare cambiamenti nei livelli ormonali dopo i 60 anni, come una diminuzione degli ormoni sessuali. Questi cambiamenti possono influenzare il metabolismo, la distribuzione del grasso corporeo e l’umore. Una dieta equilibrata può contribuire a mitigare gli effetti di tali cambiamenti ormonali.

Quali sono i 5 cibi da evitare dopo i 60 anni?

cosa non mangiare a 60 anni
Salume

Un approccio nutrizionale adeguato aiuta a gestire meglio i cambiamenti fisiologici del corpo dopo i 60 anni. In particolare esistono 5 cibi da evitare dopo i 60 anni. Cosa non mangiare a 60 anni?

  1. Alimenti processati ad alto contenuto di sodio e cibi ultra-trasformati – Gli alimenti processati e ultra-trasformati come snack salati, insaccati e cibi precotti spesso contengono elevate quantità di sodio. L’eccesso di sodio può aumentare la pressione sanguigna, mettendo a rischio la salute cardiovascolare (specie considerando l’aumento di sensibilità al sodio con l’avanzare dell’età). Vale lo stesso per le carni rosse e le carni processate, il cui consumo eccessivo è stato associato a un aumento del rischio di malattie cardiache, diabete e alcuni tipi di cancro. Meglio preferire carni magre, come il pollo e il pesce, e limitare l’assunzione di carne processata.
  2. Bevande zuccherate – Le bevande zuccherate, come le bibite gassate e gli energy drink, sono ricche di zuccheri aggiunti e povere di nutrienti essenziali. L’alto consumo di zuccheri può contribuire all’obesità, all’insulino-resistenza e all’aumento del rischio di diabete di tipo 2. Per questo rientrano tra i cibi da evitare dopo i 60 anni. Dopo questa soglia, infatti, mantenere una corretta regolazione del glucosio nel sangue è particolarmente importante, rendendo fondamentale evitare queste bevande in favore di alternative più salutari come il tè verde o le bevande a base di erbe.
  3. Cibi fritti e alimenti ad alto contenuto di grassi saturi – I cibi fritti e gli alimenti  ad alto contenuto di grassi saturi, come le patatine fritte e gli snack commerciali, possono contribuire all’accumulo di grasso corporeo e all’aumento dei livelli di colesterolo nel sangue. Questo può aumentare il rischio di malattie cardiache e disturbi metabolici. Scegliere metodi di cottura più salutari, come la cottura al vapore o la griglia, e optare per fonti di grassi insaturi come l’olio d’oliva, le noci e i semi può favorire una migliore salute cardiovascolare.
  4. Prodotti da forno ricchi di zuccheri e grassi trans – Tra i cibi da evitare dopo i 60 anni ci sono anche i dolci industriali e i prodotti da forno commerciali perché spesso contengono elevate quantità di zuccheri raffinati e grassi trans, ingredienti che possono contribuire all’infiammazione, all’aumento del peso corporeo e all’instaurarsi di condizioni metaboliche sfavorevoli. Preferire alternative più salutari, come dolci fatti in casa con ingredienti naturali e farine integrali, può aiutare a mantenere un metabolismo sano e stabile.
  5. Bevande alcoliche – Sebbene alcuni studi suggeriscano che un consumo moderato di alcol, come un bicchiere di vino rosso al giorno, possa offrire alcuni benefici per la salute del cuore, è importante tenere a mente che, con l’invecchiamento, il metabolismo dell’alcol può diventare meno efficiente e il fegato può impiegare più tempo per eliminarlo dal sistema, portando a un impatto più significativo sulla salute. Inoltre, l’uso eccessivo di alcol può aumentare il rischio di problemi di salute, come danni al fegato, problemi cardiaci e compromettere la funzione cognitiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759
Non perderti le ultime novità! Vuoi ricevere una notifica quando pubblichiamo un'aggiornamento? No, grazie Sì, certo