Ananas: proprietà, benefici, ricette e controindicazioni

0

L’ananas è un frutto esotico molto saporito. Il suo luogo di provenienza è il Sud America. Furono gli inglesi e gli spagnoli a importarlo in Europa. Oggi è conosciuto per le sue proprietà e benefici. …

L’ananas è un frutto esotico molto saporito. Il suo luogo di provenienza è il Sud America. Furono gli inglesi e gli spagnoli a importarlo in Europa. Oggi è conosciuto per le sue proprietà e benefici.

L’ananasso o ananas è una frutta succosa, zuccherina e ottima da consumare nel periodo invernale soprattutto perché protegge anche dai malanni invernali come un vero e proprio medicinale. Questo gustoso frutto esotico infatti rende il tuo corpo più reattivo  ai virus influenzali, aiuta la digestione e ti permette di drenare i liquidi rendendoti non solo più sana, ma anche più bella.

In realtà è disponibile tutto l’anno nei supermercati o nei mercati ortofrutticoli, ma si presenta di una qualità superiore tra giugno e dicembre. Vediamo quali sono le sue proprietà nutritive.

Il frutto o meglio l’infruttescenza appartiene alla pianta Ananas Comosus della famiglia delle Bromeliaceae, autoctona del Sud America e foreste tropicali.

L’ananas albero affascinò molto gli antichi e il suo stranissimo frutto con una forma di pigna, una polpa dolce e succulenta conquistò immediatamente i nobili delle più grandi corti. Gli indigeni delle Americhe invece la mangiavano in abbondanza durante le feste e la chiamavano “Nana”, quando arrivarono i conquistadores portoghesi la chiamarono “ana-naz”, mentre gli spagnoli gli diedero il nome “pina” e molto più tardi l’ananas divenne in inglese “pine apple”.

Ananas: Proprietà nutritive

Le proprietà dell’ananas sono legate al profilo nutrizionale: carboidrati, sodio, calcio, potassio, fosforo, proteine, zuccheri, fibre, ferro e il 90% d’acqua.
Il principio attivo più importante è la bromelina. Enzima che trasforma le proteine in aminoacidi. Nel settore farmaceutico viene impiegato a scopo antinfiammatorio, inoltre è adatto a chi ha problemi circolatori. La bromelina aiuta la diuresi e la digestione accelerando il metabolismo.

Ananas: Benefici

Ciò che lo rende un frutto davvero speciale è il fatto che non si getta niente, nemmeno le sue foglie, che possono essere usate per la produzione di una fibra impiegata nella fabbricazione dei cordami e dei tessuti.  Grazie al suo altissimo contenuto di vitamine e sali minerali è ottima nei mesi invernali per rinforzare il sistema immunitario contro le malattie e per contrastare la stitichezza. Ma a cosa fa bene l’ananas esattamente?

  1. Colesterolo. Grazie alle fibre presenti nel frutto fresco il colesterolo cattivo viene tenuto a bada, ne viene ridotto l’assorbimento da parte del sangue.
  2. Diabete. È adatto alle persone diabetiche per le percentuali veramente minime di carboidrati e zuccheri.
  3. Infiammazioni. L’ananas è un antinfiammatorio naturale grazie alla bromelina che sviluppa un’azione antinfiammatoria senza andare a intaccare lo stomaco come farebbero molti farmaci antinfiammatori. Quindi utile in caso di: colite, gastrite, cistite, emorroidi e sindrome del colon irritabile
  4. Liquidi in eccesso. Grazie agli acidi malico, citrico e ossalico migliora la diuresi e contrasta l’effetto della ritenzione idrica.
  5. Cellulite. Grazie agli acidi sopra citati, viene contrastata anche questa patologia.
  6. Disidratazione. Si tratta di un frutto idratante che ci aiuta ad assumere la giusta quantità di liquidi al giorno: sappiamo che ogni giorno dobbiamo bere almeno due litri di acqua ma se questo non è possibile per varie ragioni ci dà una mano e ci aiuta a ‘bere’ dal suo succo.
  7. Influenza. L’ananasso aiuta anche a prevenire l’influenza grazie a sostanze come vitamina A, vitamina C, potassio e carotenolo in grado di rinforzare il sistema immunitario.
  8. Deterioramento osseo. Fa bene alle ossa perché contiene moltissimo calcio, quasi il 70% del fabbisogno quotidiano richiesto, in un frutto gustoso e ricco di altri sali minerali preziosi anche per i muscoli e l’apparato osseo scheletrico nel suo complesso;
  9. Cataratta– A beneficiare del suo fitocomplesso sono anche gli occhi in quanto scongiura la comparsa della cataratta e rafforza la vista.
  10. Stress – Grazie all’apporto vitaminico e di sali minerali come il magnesio, l’ananasso svolge una buona azione a livello dell’umore, migliorandolo e rasserenando gli stati di ansia e di stress.
  11. Performance maschiliCosa fa l’ananas ai maschi? La bromelina agisce positivamente sulla circolazione sanguigna e quindi migliora l’erezione maschile.

Proprietà cosmetiche dell’ananas

Questo frutto contiene al suo interno molte sostanze utili per la bellezza della pelle, come ad esempio la vitamina A e C, manganese e betacarotene.

  • Luminosità
  • Elasticità
  • Antirughe

L’ananasso è reperibile anche sotto forma di esfolianti e creme in erboristeria. È possibile creare con questo frutto dei rimedi casalinghi per il benessere della pelle. Vediamo una maschera esfoliante:

Ingredienti

1. Miele, un cucchiaio
2. Ananas fresco, 3 fette
3. Yogurt bianco, 125 ml

Procedimento

Recuperare le fette e ridurle in poltiglia. Successivamente immettere il composto in un contenitore, anche una ciotola è perfetta. Adesso abbinare il cucchiaio di miele e lo yogurt, mescolare accuratamente il tutto.

Posizionare il composto sul viso e attendere 15 minuti. Successivamente sciacquarsi il viso.

Tintura madre di ananas contro la cellulite

Per creare la tintura madre di ananas viene utilizzato tutto il frutto grazie al processo di macerazione che lascia intatte le proprietà. La soluzione si ottiene mischiando il frutto con alcool e acqua.

Questo prodotto, acquistabile in erboristeria o farmacia, serve a combattere la cellulite e tutti i processi infiammatori. Chiedere allo specialista le dosi e i metodi di impiego consigliati.

Ananas: Come si utilizza

L’ananas se consumato fresco e crudo si presenta migliore di quello cotto o essiccato. Quanto e quando si deve mangiare l’ananas? Circa 2-3 fette al giorno (meglio se a fine pasto) sono sufficienti per il fabbisogno giornaliero dell’organismo.

Le fette possono essere usato per preparare una torta all’ananas, una torta rovesciata all’ananas, una pizza con ananas, un tiramisù all’ananas e molte altre ricette.

Il succo è privo di molti nutrienti, quindi è preferibile consumare il frutto così come viene colto. Inoltre il succo di ananas, essendo povero di fibre, alza la glicemia nel sangue.

E’ importante sapere che questo frutto, come del resto molti alimenti, perde le sue proprietà in seguito alla cottura. Ad esempio la classica ricetta del “pollo all’ananas in agrodolce” non porta benefici all’organismo, mentre l’ananasso crudo nell’insalata lascia intatte le sue proprietà.

L’ananas nella dieta funziona davvero?

Pancia sgonfia e perdita di peso: la credenza popolare che sia un frutto dimagrante non è poi così fondata. Sicuramente possiede degli effetti benefici per il corpo a livello dimagrante, ma non è un elisir.

Questa convinzione nasce dalle proprietà della sostanza bromelina. Enzima che favorisce la digestione e velocizza il metabolismo. Ciò non significa che questo miglioramento a livello digestivo riesca effettivamente a eliminare i grassi.

Tuttavia l’ananas contiene poche calorie e pochi zuccheri e quindi non fa ingrassare. Insomma può essere inserito in un’alimentazione ipocalorica.

La dieta dell’ananas, che circolava qualche tempo fa è inesatta perché va a intaccare lo stato di salute del corpo, privandolo di importanti nutrienti.

Come scegliere l’ananas giusta

Come scegliere l’ananas giusta per voi? Per prima cosa annusatela, dovrete sentire il sapore forte e dolciastro dell’ananasso, subito dopo tastate la buccia e guardatela quella di un frutto bello fresco e maturo deve essere verde cangiante in giallo-oro. Evitate invece le ananas che hanno una buccia di colore verde-grigiastro, che sono troppo acerbe o di colore marrone, che si presentano invece troppo maturi. D’altronde il frutto lontano dalla coltivazione non matura.

Chi vuole sapere come pulire e tagliare l’ananas può approfondire l’argomento qui. Per il resto, dopo averla mangiata, occorre avvolgere l’ananasso in una pellicola trasparente e conservala in frigo dove resisterà anche per tre o quattro giorni.

Dieta dell’ananas: esempio pratico

Un esempio pratico di dieta dell’ananas è quella che segue:

  • Colazione. Ananas 2 fette e dello yogurt magro. In alternativa marmellata di arance con 2 fette biscottate integrali.
  • Spuntino. Consumare uno di questi frutti riportati: arancia, kiwi, pera, mela
  • Pranzo. Spinaci 200 grammi, assieme a del petto di pollo il solito quantitativo della verdura
  • Merenda. Ananas metta di una fetta e dello yogurt magro
  • Cena. Verdure a scelta non più di 150 grammi e del riso per accompagnare 70 grammi

Altri consigli…

  • Possibili abbinamenti. Movimento, oppure attività fisica vera e propria, tisane di finocchio, ananasso e pilosella per il loro effetto drenante.
  • Evitare. Insaccati e formaggi perché possiedano troppo sodio, sostanza che va ad aumentare la ritenzione idrica.
  • Condimento. Olio extravergine d’oliva non più di 5 cucchiaini.

Non protrarre per più di 4 settimane, le calorie giornaliere dovranno essere 1300 e un punto molto importante di questa dieta è che l’ananas sia maturo e fresco.

Ananas: Controindicazioni

L’ananas può dare effetti non proprio desiderati tramite la sua assimilazione. Chi non deve mangiare ananas? Vediamo quali possono essere le varie controindicazioni dell’ananas.

La bromelina, enzima presente all’interno dell’ananasso, può causare delle complicazioni all’utero come sanguinamenti e un indebolimento delle sue pareti. Questo per quanto riguarda il periodo di gravidanza.

Vi sono persone che risultano allergiche alla bromelina. Solitamente se vengano già assimilati integratori con questo enzima ciò può accadere molto più facilmente. I sintomi potranno essere i seguenti: diarrea, prurito, bolle e vomito.

L’ananasso contiene molte sostanze al suo interno una di queste è l’acido citrico. Questa essenza potrà influire negativamente sulla coagulazione del sangue se una persona è già in cura con degli anticoagulanti.

Chiaramente recarsi oppure telefonare al proprio medico per eventuali chiarimenti. Solo un professionista potrà consigliare come e quanto ananas assumere durante la giornata e soprattutto, individuare i possibili effetti collaterali associati a questo frutto.

3 ricette consigliate a base di ananas fresco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759