Limone: benefici, ricette e controindicazioni

700

Oggi spiegheremo quali sono i benefici del limone e perché questo agrume è ottimo per condire i nostri piatti, sia a livello gustativo e che estetico. Cosa pensiamo quando sentiamo parlare di scaloppine al limone, torta …

Oggi spiegheremo quali sono i benefici del limone e perché questo agrume è ottimo per condire i nostri piatti, sia a livello gustativo e che estetico.

Cosa pensiamo quando sentiamo parlare di scaloppine al limone, torta al limone, marmellata di limoni, sorbetto al limone o crema al limone? Iniziamo a sentire il profumo agrumato e gusto aspro che esalta qualunque preparazione.

Il limone non si limita solamente a insaporire la maggior parte degli alimenti, ma possiede al suo interno molte proprietà benefiche per il nostro corpo. Andiamo a scoprirne di più su questo alimento.

Limone, frutto e proprietà nutrizionali

Il frutto del Citrus Limonum (appartenente alla famiglia delle Rutaceae) è un agrume ampiamente utilizzato in cucina, apprezzato per il suo caratteristico sapore acido e il profumo rinfrescante.

L’ingrediente perfetto per condire il pesce e le insalate, per preparare salse fredde e dolci e per arricchire tè e tisane è in realtà un super frutto prezioso per la salute.

I limoni sono ricchi di vitamina C, una vitamina fondamentale per rafforzare il sistema immunitario e combattere i radicali liberi dannosi. L’acido citrico ha dimostrato proprietà antimicrobiche e antinfiammatorie.

Questi frutti sono anche una fonte preziosa di flavonoidi, potenti antiossidanti che combattono l’infiammazione e proteggono le cellule dai danni ossidativi.

Inoltre, contengono una combinazione unica di minerali essenziali come il potassio e il magnesio, che supportano la funzione cardiaca e muscolare.

Quante varietà di limoni esistono?

Tra quelli più conosciuti possiamo trovare i limoni della Sicilia, molto nutrienti e ottimi sia di qualità che di sapore. Il femminello e il monachello sono due tipi di questo agrume molto conosciuti e apprezzati allo stesso tempo. Sono considerati tra i migliori in Italia. Il frutto del limone messo a coltivazione potrà essere colto anche quando si presenterà di colore verde, questo perché la maturazione continuerà anche dopo, cioè una volta colto.

C’è poi il limone di Sorrento proveniente dalla regione costiera italiana di Sorrento, questo limone è una varietà femminello nota per la sua buccia non troppo spessa e il suo aroma intenso. Viene spesso utilizzato per fare limoncello.

Come dimenticare il limone di Amalfi? Questa varietà unica cresciuta lungo la Costa Amalfitana si distingue per il sapore dolce-acido e la quantità minore di semi rispetto a quello di Sorrento. Oltre al suo valore gastronomico, rappresenta un’importante risorsa economica e culturale per il territorio.

Limone: i benefici per il corpo

limone benefici

Quali sono i benefici del limone? Iniziamo con la vitamina C presente in grandi quantità in questo alimento. Vi sono presenti anche la vitamina A e la B. Inoltre sono presenti molte sostanze indispensabili per il nostro corpo come il rame, il ferro, calcio, fosforo e il magnese.

Una cosa da sapere è come conservare i limoni freschi. L’agrume non va tenuto in frigo solo perché le proprietà presenti al suo interno andranno a diminuire notevolmente.

La buccia di questo agrume conosciuta come scorza di limone, contiene al suo interno una sostanza specifica, il limonene ovvero un olio essenziale. Tale sostanza viene impiegata a scopo antinfiammatorio e per uso depurativo. Inoltre è presente l’acido citrico al suo interno, sostanza essenziale per le cellule del corpo.

Grazie a specifiche sostanze come il potassio e il citrato di sodio, sarà possibile tenere a bada il colesterolo. Questo perché renderà il sangue molto più fluido.

Un altro fattore molto importante di questo alimento è quello che diminuisce i rischi d’ infarto nelle persone. Ottimo anche per coloro che soffrano di artrite oppure di reumatismi.

Altre cose da sapere sul limone

  • Ottimo come rimedio naturale contro tutti quei sintomi che appartengano all’influenza (deve essere mangiato tutto, ovvero anche la buccia).

NB: assicurarsi la provenienza dell’agrume, ovvero non mangiare la buccia di quelli comprati al supermercato, ma bensì di quelli propri. Magari gli agrumi del proprio giardino (per chi ne ha una pianta) o di un contadino di fiducia.

  • Migliora le funzioni dell’intestino e di conseguenza lo fa lavorare meglio. Questo se viene ingerito il succo appena si è svegli e a stomaco vuoto.
  • Perfetto per fare gli sciacqui (gargarismi), a una azione disinfettante per l’apparato.
  • Combatte l’invecchiamento delle cellule (sopratutto le cellule del cervello).
  • Per chi ha una carenza di ferro è un ottimo alimento, questo perché grazie alla vitamina C che è presente al suo interno, sarà possibile che il proprio organismo assimili più ferro del normale.
  • Questo agrume è indicato anche per combattere malesseri come la sensazione di nausea oppure diarrea (basterà fare bollire in un pentolino la buccia per circa 10 minuti e successivamente bere l’infuso).
  • Disinfettante naturale, anche per alcuni determinati tipi di alimenti come il pesce ad esempio.
  • Aiuta lo stomaco e il pancreas grazie alle sue sostanze presenti al suo interno.
  • Facilità la formazione di carbonato di potassio (quindi è ottimo per combattere l’acidità gastrica).

Olio essenziale di limone

olio essenziale limone

Il Citrus Limonum da cui si ricava il limone è un albero che può raggiungere anche i 5 metri di altezza, le sue foglie sono ovali e lucide e il margine è dentellato, produce dei piccoli fiori bianchi molto profumati. I frutti sono ovali e di colore giallo per la presenza dei bioflavanoidi, composti che appartengono al gruppo dei flavonoidi.

Per fare l’olio essenziale di limone si usa la buccia e il metodo di estrazione è a freddo. Il profumo è dolce e agrumato. Poco conosciuto ma estremamente ricco di proprietà, l’olio essenziale che esercita un potere calmante sul sistema nervoso. È utile anche per combattere la cellulite e l’acne, ma analizziamo meglio le sue proprietà. Innanzitutto è antisettico, e agisce come un antibiotico sin dalla comparsa dei sintomi influenzali come febbre, tosse a mal di gola. Tra le altre proprietà di questo olio ci sono quelle tonificanti del sistema circolatorio infatti stimola la circolazione linfatica e venosa, fluidifica il sangue e rinforza i vasi sanguigni.

È un valido alleato in caso di gambe pesanti ed edemi. Per beneficiare delle proprietà depurative vi suggeriamo di usare 2 gocce in 1 cucchiaino di miele. Aiuta il fegato il caso di insufficienza epatica e ne stimola la funzionalità, eliminando le tossine in eccesso e favorendo la digestione.

Questo olio essenziale in caso di artrite e reumatismi è un vero toccasana per le sue proprietà antiflogistiche ma è apprezzato supportato per quelle purificanti. Abbiamo anticipato che è ottimo contro l’acne e le pelli grasse e impure. L’essenza di limone ha proprietà schiarenti e favorisce la cicatrizzazione.

Uso e consigli pratici

L’olio essenziale di limone può essere utilizzato per profumare l’ambiente con un bruciatore di olii essenziali oppure per purificare l’aria si può mettere qualche goccia negli umidificatori dei termosifoni. Contro alitosi, stomatiti e gengiviti sono consigliati gargarismi con 10 gocce di olio essenziale disciolte in un bicchiere d’acqua da ripetere tre volte al giorno.

Per ottenere un olio tonificante da massaggio invece unite 250 ml di olio di mandorle dolci e 15 gocce di olio essenziale di limone. Massaggiate a lungo e insistete sulle zone dove sono evidenti capillari e vene varicose. Infine una bella maschera purificante per il viso da fare con 3 cucchiai di yogurt, 6 fettine di cetriolo e 5 gocce di olio essenziale di limone. Frullate e stendete il composto sul viso per 20 minuti, rimuovete con un dischetto per il trucco e acqua tiepida.

Il limone abbassa la glicemia?

limone e glicemia

Molti studiosi hanno indagato sulle proprietà del limone e su suoi effetti sul corpo, concentrandosi anche sulla sua potenziale influenza sulla glicemia. Ovviamente il limone non è curativo da solo e non può sostituire i trattamenti medici per il diabete, ma potrebbe essere utile come parte di una dieta equilibrata e uno stile di vita sano.

Gli studi hanno dimostrato in modo convincente il rapporto tra limone e glicemia, sottolineando quindi che i limoni possono svolgere un ruolo importante nel controllo della glicemia, in particolare per coloro che soffrono di diabete.

Perché il limone abbassa la glicemiaCosa fa il limone al diabete? Grazie alla loro alta concentrazione di flavonoidi e antiossidanti, i limoni possono aiutare a migliorare l’assorbimento degli zuccheri nel sangue, contribuendo a mantenere i livelli di glucosio sotto controllo.

Come mangiare il limone per abbassare la glicemia? Quindi utilizzare il succo in cucina come condimento o ingrediente delle preparazioni e/o bere acqua e limone abbassa la glicemia.

Limone, l’indice glicemico

Una delle questioni chiave riguardo al limone e la glicemia riguarda il suo indice glicemico (IG): l’IG misura quanto rapidamente un alimento può aumentare i livelli di zucchero nel sangue. Gli alimenti con un IG alto aumentano rapidamente la glicemia mentre quelli con un IG basso lo fanno più gradualmente. Alcune ricerche suggeriscono che questo agrume abbia un IG relativamente basso (20), collocandolo tra i 13 cibi che abbassano la glicemia, ma il contesto in cui viene consumato può influenzarne l’impatto sulla glicemia.

Come massimizzare gli effetti sulla glicemia

trucchi per abbassare la glicemia

Sebbene sia tra i trucchi per abbassare la glicemia, è sempre possibile provare a ottimizzare gli effetti combinandolo con altre sostanze benefiche.

Uno degli accoppiamenti più potenti è limone e zenzero. Questa radice dalle proprietà digestive e antinfiammatorie si sposa alla perfezione con il limone, creando una tisana irresistibile e altamente benefica per il controllo della glicemia.

Ma la sorpresa più grande si nasconde nella buccia dell’agrume. Molte persone tendono a scartarla, senza conoscere il suo potenziale, visto che contiene oli essenziali e composti fitochimici che possono aiutare a bruciare gli zuccheri ingeriti e a migliorare il metabolismo.

Per sfruttare appieno le qualità della buccia di questo agrume, quindi, si potrebbe lavarla attentamente, grattugiarla e aggiungerla ai dolci.

Acqua e limone: tutti i benefici per la salute

Acqua e limone è un rimedio naturale versatile per il corpo umano. La sua assunzione regala vantaggi ottimi e sopratutto numerosi. Conosciuto come rimedio disinfettante e disintossicante, il quale potenzia anche le difese del sistema immunitario. Nella fitoterapia viene considerato un valido alleato. Sapevate inoltre che è utile anche per regolare il pH? Tra poco vedremo gli 8 benefici che sono correlati all’assimilazione del rimedio. Prima di cominciare vediamo come di prepara allora:

  • Vi occorre 1 bicchiere, oppure una tazza, un limone e dell’acqua di bottiglia o rubinetto. Il rimedio prevede che l’acqua sia tiepida comunque.
  • Riguardo all’agrume serve un po’ di succo, quindi 1/2 limone è più che sufficiente. Noi suggeriamo di lavare bene l’alimento prima di tagliarlo e di spremerlo.
  • Un consumo regolare (il quale prevede 1 bicchiere di acqua e limone al mattino appena svegli) lo si può considerare una terapia utile per rimineralizzare l’organismo e disintossicarlo allo stesso tempo. Senza ovviamente stare a elencare nuovamente tutti gli altri benefici.

Acqua e limone: 8 benefici

L’acqua e il limone uniti sono un vero portento per l’organismo. Qui abbiamo elencato per voi tutti i benefici disponibili, quindi iniziamo subito:

  1. Il gradevole aroma che viene sprigionato da questo agrume è utile per trattare ansia e stress. Si occupa di beneficiare proprio sul nostro umore dunque.
  1. Il sistema digestivo ottiene notevoli effetti positivi sempre per merito del succo di questo agrume. A cosa fa bene il succo di limone? Promuove la digestione e favorisce la produzione di bile nel fegato, dando il proprio contributo sia caso di costipazione che di diarrea.  Insomma questo processo naturale del nostro corpo viene ottimizzato.
  1. In presenza di una carenza vitaminica o di minerali, il rimedio si rivela un asso nella manica credete. Vi basta tornare un po’ più in su e rileggere la composizione chimica di questo agrume molto apprezzato in cucina.
  1. L’organismo ha bisogno di essere depurato e questo rimedio è più che utilizzato per tale scopo. Stimola le minzioni e questo regala effetti buoni al corpo umano. Come appunto la depurazione di scorie e tossine.
  1. Potenzia le difese immunitarie. Tutto merito della vitamina C disponibile in questo agrume. Questo metodo è utile per combattere l’influenza e tutti i sintomi correlati a essa. Inoltre previene l’attacco dei radicali liberi che come saprete sicuramente sono responsabili della comparsa di alcune malattie degenerative e dell’invecchiamento cellulare.
  1. Acqua e limone è suggerito anche per tenere sotto controllo la pressione del sangue. Cosa fa il limone alla pressione? Questo effetto è dovuto al potassio contenuto nel succo. Sempre questo minerale è benefico per il cervello.
  1. Il succo di questo agrume mischiato in acqua, risulta più delicato per l’igene orale e quindi non danneggia i denti o le gengive. A questo bisogna aggiungere che è un valido rimedio per rinfrescare l’alito. Perfetto infatti in caso di alitosi.
  1. Perdere qualche kg si può con della sana attività fisica e l’assunzione giornaliera di acqua e limone. Chiedete consigli agli esperti, potranno fornirvi indicazioni più precise.

Come usare il limone in cucina: ricette e idee

limone ricette

Le ricette con limone sono tantissime, dai primi piatti (come il risotto al limone, la pasta al limone o la pasta tonno e limone) ai secondi piatti (come il petto di pollo al limone o le polpette al limone) fino ai dolci (come il tiramisù al limone, la delizia al limone, le torte al limone, i biscotti al limone o la crostata al limone): questo agrume è un vero e proprio asso nella manica.

Si tratta di un ingrediente versatile in cucina e può essere utilizzato in vari modi per aggiungere freschezza, acidità e profondità di sapore ai piatti.

  • Succo di limone fresco: Il succo è un condimento versatile che può essere utilizzato per insaporire insalate, piatti di pesce, carni alla griglia e verdure. Aggiungilo a marinature, salse, vinaigrette e dressing per insalate per aggiungere una nota di acidità e luminosità.
  • Buccia di limone grattugiata: La buccia è ricca di oli essenziali che conferiscono un aroma fresco e intenso ai piatti. Può essere utilizzata per aromatizzare dolci, biscotti, creme, salse e piatti a base di pesce. Assicurati di grattugiare solo la parte esterna gialla della buccia, evitando la parte bianca amara sottostante.
  • Fettine di limone: Le fettine sono un modo semplice per decorare e aromatizzare piatti di pesce, bevande e tè. Basta aggiungerle ai cocktail, alle acque aromatizzate, alle tisane e alle bevande estive per un tocco di freschezza.
  • Zeste di limone candite: Le zeste candite sono deliziose come snack dolce o come decorazione per dolci e dessert. Puoi anche aggiungerle a pasticceria, torte, biscotti e gelati per un tocco di acidità e dolcezza.
  • Conserva di limone: È un condimento aromatico utilizzato nella cucina mediterranea. Può essere aggiunto a piatti di riso, insalate, couscous, stufati e salse per aggiungere un sapore unico e complesso.
  • Limone in salamoia: I limoni in salamoia si possono aggiungere a piatti di carne, pesce, verdure grigliate, couscous e insalate per un tocco di acidità e salinità.

Limone, le controindicazioni

Quali sono le controindicazioni del limone? Per chi ha problemi allo stomaco come ad esempio un irritazione, questo alimento non è indicato (in questi casi si può anche bere ma in dosi molto ridotte e non tutti i giorni).

Un altra cosa da sapere è quella di “come bere il succo”, cioè la cosa da non fare è quella di berlo puro, ma ben si diluito con acqua (naturale). Per le persone che sono affette da insufficienze epatiche cercare di berne il meno possibile. Comunque consultare prima il parere del proprio medico è sempre consigliato.

Curiosità sui limoni

Il nome botanico dei limoni, Citrus, deriva dal latino e significa Cedro. Gli agrumi in generale sono chiamati anche “Bacca esperidio”, un appellativo che deriva da una leggenda mitologica che riguarda le Esperidi. Le fanciulle erano le custodi del giardino dove erano coltivati i pomi aurei, considerati il simbolo dell’amore fecondo.

Per gli antichi Greci era la “la mela di Media”, un Paese vicino alla Persia. Non conoscevano le sue proprietà e lo usavano esclusivamente per profumare i vestiti.

A questo grume è dedicato un film e una canzone. Lemon tree infatti è il titolo di un film israeliano di Eran Riklis in cui una vedova palestinese riceve dal ministro della difesa israeliano, l’ordine di abbattere il suo giardino di limoni, una fonte di reddito. Non era mai stata usata la pianta di limone per un film e il regista ha voluto sceglierla al posto dell’ulivo perché “semplice e leggiadra”.

Lemon tree è anche il titolo di una canzone del gruppo pop tedesco Fool’s Garden in cima alle classifiche musicali mondiali nel 1996 e ancora oggi quando sorseggiamo una limonata non possiamo fare a meno di canticchiarla, è stata usata anche come colonna sonora dello spot del Limoncè.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759
Non perderti le ultime novità! Vuoi ricevere una notifica quando pubblichiamo un'aggiornamento? No, grazie Sì, certo