Come fare la ricotta fatta in casa

0

Quando si pensa ai formaggi freschi e alla ricotta si tende a immaginare ore di lavorazioni e diverse difficoltà logistiche legate alla preparazione. Eppure fare la ricotta in casa è un’operazione molto semplice! Scopriamo come …

Quando si pensa ai formaggi freschi e alla ricotta si tende a immaginare ore di lavorazioni e diverse difficoltà logistiche legate alla preparazione. Eppure fare la ricotta in casa è un’operazione molto semplice! Scopriamo come si produce la ricotta home made.

Ricotta fatta in casa- foto burrofuso.com

Il latticino ipocalorico (174 Kcal per 100 grammi di prodotto) rappresenta un ottima soluzione per gli amanti dei prodotti latteo caseari che seguono una dieta dimagrante: sapore, consistenza ed effetto saziante.

Di fatto la ricotta non può essere considerata un formaggio nel senso stretto del termine ma un latticino ricavato dalla doppia cottura del siero ricavato dalla lavorazione del formaggio. In pratica  la ricotta viene prodotta da un sottoprodotto della cagliata ossia il siero di latte.

Come fare la ricotta fatta in casa

La preparazione della ricotta fatta in casa è un’operazione semplice e veloce che permette di avere un prodotto fresco e genuino. Come si fa la ricotta? Esistono vari metodi molto simili tra loro.

Ovviamente chi non ha molta dimestichezza in cucina può seguire gli stessi consigli su come fare la ricotta in casa col Bimby: peserà le quantità con precisione, vi farà impostare la temperatura giusta e non sporcherà troppo.

Come fare la ricotta in casa senza caglio

Tutto quello che bisogna fare per preparare 250 grammi di ricotta in casa è versare un litro di latte fresco in un pentolino e portarlo a ebollizione, aggiungere un cucchiaino scarso di sale e tre cucchiai di succo di limone o aceto di vino bianco e mescolare con un cucchiaio di legno.

Non appena il latte inizia a condensarsi alla temperatura di 80-90 gradi è necessario spegnere il fuoco e continuare a mescolare, raccogliere i fiocchi di latte in un colino e trasferire il tutto in una fuscella per ricotta.

A questo punto non occorre far altro che riporre la ricotta fatta in casa all’interno del frigorifero per circa 3-4 ore e poi rovesciare.

Ovviamente questo procedimento risponde anche alle domande di chi si chiede come fare la ricotta di pecora in casa. Basta acquistare un latte di qualità.

Come fare la ricotta con il siero

Il siero di latte diventa l’ingrediente principale di un modo leggermente diverso di fare la ricotta fatta in casa, conferendo un sapore ricco e fresco.

Tutto quello che bisogna fare è versare in una pentola 3 l di siero di latte (acquistato da un caseificio oppure ricavato dalla caseificazione di un formaggio) e 500 ml di latte intero fresco (comprato dal banco frigo), scaldare il tutto fino a raggiungere 90 gradi di temperature e aggiungere 2 cucchiai di succo di limone. A questo punto lasciare sul fuoco per 1 minuto, mescolando con un cucchiaio di legno.

Non appena affioreranno i fiocchi di ricotta in superficie, occorre spengere la fiamma, lasciare riposare e dopo raccogliere la ricotta con un mestolo forato mettendola in un paio di fuscelle per 15-20 minuti.

Successivamente la ricotta fatta in casa va fatta scolare dal siero in eccesso e consumata subito o comunque nell’arco di un paio di giorni.

Cosa si può fare con il siero della ricotta? Si può riutilizzarlo per conferire un tocco acida ai frullati o agli impasti oppure per rendere più tenera la carne di pollo o tacchino. Inoltre è possibile preparare un burro fermentato.

Come fare la ricotta in casa con caglio

Chi ama i sapori robusti della tradizione può seguire i suggerimenti su come fare la ricotta con caglio animale (ma anche vegetale volendo). Dove comprarlo? In farmacia oppure online.

In questo caso è sufficiente versare 1 l di latte intero fresco e 1 cucchiaio di caglio in una casseruola, portare sul fuoco e fare arrivare quasi al punto di ebollizione alla temperatura di 90 gradi. Per il resto la ricetta resta uguale.

Come fare la ricotta senza termometro

La ricetta della ricotta senza termometro è uguale in tutto e per tutto a quella appena descritta (la ricetta della ricotta senza caglio), fatta eccezione per l’uso del termometro da cucina.

Chi non ha sotto mano questo attrezzo di cucina può ovviare semplicemente osservando la formazione di un po’ di schiuma ai lati del pentolino (10 minuti più o meno). In quel momento il latte sarà abbastanza caldo e si potrà versare la componente.

In questo caso è bene fare molta attenzione perché, aggiungendo il succo di limone prima del tempo, potreste impedire la formazione dei fiocchi in superficie e non ottenere la ricotta.

Aromatizzare la ricotta

È possibile aromatizzare la ricotta fatta in casa semplicemente aggiungendo un po’ di scorza di limone o arancia grattugiata o erbe aromatiche come basilico, rucola o prezzemolo in fase di preparazione.

Chiaramente è possibile rendere la ricotta home made  speziata con l’aggiunta di paprika o peperoncino.

Trucchi per fare la ricotta fatta in casa

I semplici ingredienti e i suggerimenti su come fare la ricotta in casa senza caglio dimostrano la semplicità di una preparazione che non richiede particolari competenze.

In ogni caso è bene tenere ben a mente alcuni suggerimenti utili per preparare la ricotta fatta in casa:

  • Ingredienti – Una buona ricotta fatta in casa non può prescindere dall’uso di latte fresco, l’ingrediente principale che darà forma al latticino ipocalorico.
  • Quantità – La nostra ricetta è tarata per ottenere circa 250 g di ricotta, ma le dosi vanno modificate se si intende preparare una quantità maggiore o minore. Quanto latte ci vuole per fare 1 Kg di ricotta? Più o meno 4,5-5 litri di latte.
  • PreparazionePerché la ricotta non affiora? La preparazione può nascondere qualche insidia, specialmente quando il siero è troppo acido. In tal caso è possibile aggiungere una miscela di acqua e bicarbonato.
  • Tempi – La riuscita dipende dai tempi di cottura e dal periodo di riposo che si concede in frigo.
  • Latte intero – Per preparare una ricotta ricca e corposa è meglio usare il latte intero, specialmente se non si hanno problemi di linea.
  • Conservazione – Il prodotto artigianale non contiene conservanti e impone un tempo di conservazione davvero ridotto: due giorni successivi alla preparazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759