Alimenti a basso indice glicemico: quali sono? Ecco la tabella dei migliori

0

Tenere sotto controllo la glicemia è importante sia per chi soffre di glicemia alta e diabete che per chi vuole restare in forma. Quali sono gli alimenti a basso indice glicemico? La dieta può essere …

Tenere sotto controllo la glicemia è importante sia per chi soffre di glicemia alta e diabete che per chi vuole restare in forma. Quali sono gli alimenti a basso indice glicemico?

La dieta può essere un ottimo alleato per controllare i livelli glicemici nel sangue, evitare i picchi di glicemia e ostacolare l’insorgenza di problematiche varie.

Per avere un quadro completo della situazione e non sbagliare è utile inserire gli alimenti a basso indice glicemico in un elenco preciso.

Alimenti a basso indice glicemico e diabete

Prima di capire appieno l’importanza degli alimenti a basso indice glicemico è necessario prendere consapevolezza del rapporto che esiste tra glicemia e insulina.

La glicemia è la percentuale di glucosio nel sangue che si rivela capace di stimolare la produzione di insulina da parte del pancreas, responsabile a sua volta dell’accumulo del grasso adiposo e dell’insorgenza di malattie come il diabete di tipo 2.

Tenendo a mente questa specifica, quindi, è facile intuire che gli alimenti a basso indice glicemico non sono altro che cibi con una ridotta capacità di stimolare la produzione insulinica.

Tabella alimenti a basso indice glicemico

Quando parliamo di indice glicemico (IG) facciamo riferimento alla velocità con la quale i nutrienti (proteine e carboidrati) vengono assorbiti e trasferiti nel sangue sotto forma di glucosio.

Gli esperti hanno classificato il range dei valori dell’indice glicemico: è basso da 0 a 55; è medio da 56 a 69; è alto da 70 in poi.

A delineare l’indice glicemico di un alimento subentrano diversi fatto, dalla composizione chimica alla quantità di fibre alimentari presenti fino alla cottura.

È possibile inserire gli alimenti a basso indice glicemico in una tabella che supera le due scuole di pensiero che li confrontano rispettivamente con il pane bianco e la miscela di acqua e zucchero.

AlimentiIndice glicemico
Crostacei5
Spezie5
Noccioline7
Latte intero11
Anacardi15
Zucchine15
Yogurt19
Melanzane20
Cetrioli20
Cacao in polvere20
Ciliegie22
Semi di zucca25
Piselli25
Lenticchie29
Crusca30
Arancia33
Albicocche34
Orzo perlato35
Prugne35
Carote35
Quinoa35
Pesche35
Fichi35
Ceci36
Fagioli37
Riso Parboleid38
Mele39
Fragole40
Mandaranci43
Uva bianca46
Succo d’arancia46
Pasta all’uovo46
Crackers49
Riso integrale50

La lista degli alimenti a basso indice glicemico ci lascia intuire che un cibo può essere considerato tale se contiene fruttosio o si mostra amido resistente.

Abbassare l’indice glicemico

Forse qualcuno non lo sa, ma la composizione, la cottura e la conservazione possono alterare l’indice glicemico di un cibo.

In linea di massima per abbassare l’indice glicemico di un alimento è necessario cuocerlo al dente (cereali), mangiarlo non troppo maturo (frutta) e accompagnarlo a grassi, proteine e fibre.

Se si segue una dieta a basso indice glicemico e queste condizioni vengono rispettate allora si abbasserà la rapidità con cui il glucosio penetra nel flusso sanguigno.

Perché mangiare alimenti a basso indice glicemico?

Un valore glicemico piuttosto alto comporta una serie di problematiche, dall’accumulo del grasso adiposo al diabete di tipo 2.

Gli alimenti a basso indice glicemico della dieta vengono assorbiti dall’organismo più lentamente e questo evita il sovraccarico del pancreas e i picchi glicemici immediati.

Preferire un’alimentazione a basso indice glicemico significa ridurre l’apporto calorico del pasto, migliorare il profilo nutrizionale del menu e mantenersi in salute.

In pratica un basso indice glicemico assicura il controllo degli zuccheri nel sangue e l’allontanamento di diabete e altri problemi (ictus e infarto). In più è possibile usare cibi a basso indice glicemico per dimagrire.

Dieta a basso indice glicemico: menù settimanale

Il menu di una dieta a basso indice glicemico deve mantenere bassa la quota di glicemia ed è caratterizzato da una colazione a basso indice glicemico di tipo proteico. Ecco un esempio esemplificativo:

  • Colazione – Uno yogurt e fiocchi d’avena, formaggio o uova o una mela
  • Pranzo – Un’insalata con salmone, pesce spada o pollo e zucchine
  • Merenda – Una manciata di frutta secca, una pesca o una pera
  • Cena – Un piatto di minestrone di verdure, legumi, un filetto di platessa o manzo e macedonia di frutta

Insomma la dieta a base di alimenti a basso indice glicemico è ideale per diabetici e chi vuole dimagrire senza ricorrere a farmaci e integratori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759