Mozzarella di bufala in gravidanza: sì o no? Ecco cosa sapere

45

L’alimentazione gioca un ruolo essenziale nell’ambito della salute e del benessere generale, tanto più se si aspetta un bambino. Si può mangiare la mozzarella di bufala in gravidanza? La gravidanza è un momento di grande …

L’alimentazione gioca un ruolo essenziale nell’ambito della salute e del benessere generale, tanto più se si aspetta un bambino. Si può mangiare la mozzarella di bufala in gravidanza?

La gravidanza è un momento di grande cambiamenti per il corpo e per questo è necessario cambiare alcuni abitudini, comprese quelle alimentari.

Iniziare a chiedersi se è possibile consumare funghi, liquirizia, bresaola, salmone, vongole o caffè in gravidanza è doveroso per essere sicure di stare bene e di far crescere il piccolo senza intoppi o problemi.

Dagli alimenti più “scontati” ai cibi più golosi: l’alimentazione della futura mamma deve subire qualche variazione. Per esempio, quale mozzarella mangiare in gravidanza?

Mozzarella di bufala in gravidanza: sì o no?

La mozzarella di bufala è un formaggio fresco a pasta filata particolarmente apprezzato per la sua sofficità e la sua morbidezza al palato.

Ma si può mangiare mozzarelle di bufala in gravidanza? Assolutamente sì, perché il disciplinare della certificazione DOP impone la produzione di mozzarella di bufala con latte pastorizzato.

La pastorizzazione è un processo di lavorazione in grado di eliminare i batteri contenuti nel latte crudo, anche se controllato.

Il processo di pastorizzazione del latte

La mozzarella di bufala DOP è ben lontana dall’essere un formaggio fresco prodotto con una cagliata portata a 34-36 gradi.

Il processo di pastorizzazione del latte di bufala permette di mangiare mozzarella di bufala in gravidanza senza pericoli.

Il latte viene portato a una temperatura di 65-80 gradi allo scopo di eliminare eventuali batteri e allo stesso tempo mantenere le proprietà nutritive del latte.

Più in particolare, la temperatura elevata di lavorazione elimina i batteri pericolosi sia per la futura mamma che per il feto: con la mozzarella di bufala in gravidanza non si rischia né toxoplasmosi né la listeria.

Per il resto, le caratteristiche nutritive del latte non vengono intaccate (proteine, vitamine del gruppo B, vitamina E, calcio, zinco e composti antiossidanti) e il sapore resta inalterato.

Dieta e mozzarella di bufala

La mozzarella di bufala DOP può essere consumata in gravidanza, ma senza esagerare: l’obiettivo deve essere mantenere una dieta sana ed equilibrata.

Quindi, consumando una o al massimo due volte a settimana, si può mangiare la mozzarella di bufala DOP in gravidanza per diversi motivi: è sicura; fa bene; è buonissima.

È sicura perché viene prodotta con latte pastorizzato; fa bene perché fornisce proteine e calcio essenziali per lo sviluppo muscolare e osseo del bambino e vitamine e minerali indispensabili per il funzionamento di sistema nervoso e sistema cardiovascolare; è buonissima perché permette di prendere il meglio del latte di bufala.

Consumando mozzarella di bufala al posto di pesce e carne bianca, quindi, si ha l’opportunità di cambiare la fonte proteica, fare il pieno di vitamine e sali minerali e assaporare un gusto diverso.

La mozzarella di bufala va in frigo? No questa mozzarella va conservata e servita a temperatura ambiente se si vuole gustarla in tutta la sua bontà.

Se non si si riesce a mangiarla in giornata allora può essere consumata entro qualche giorno dalla sua preparazione. La mozzarella di bufala quanto dura? Almeno 3-4 giorni.

Quali sono i latticini da evitare in gravidanza?

La mozzarella di bufala si può mangiare in gravidanza grazie al processo di pastorizzazione del latte, ma non tutti i latticini possono essere consumati in questo periodo.

I formaggi da evitare in gravidanza sono tutti quelli prodotti con latte non pastorizzato e quelli contenenti latte crudo.

Quali sono i formaggi non pastorizzati? Tra i formaggi non pastorizzati ricordiamo il Fontina DOP e il Fiore Sardo DOP. Semaforo rosso anche per Groviera, Emmenthal e tutti i formaggi a base di latte pastorizzato a crosta untuosa e molle (es. Briè, Taleggio, Camembert, Taleggio e simili).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759