Chai latte: cos’è, proprietà, ricetta e come farlo a casa

74

Le nostre abitudini stanno cambiando grazie all’arrivo di ingredienti inediti, come per esempio spezie e aromi. Oggi scopriamo come preparare un chai latte! Alcuni hanno avuto modo di assaporare il chai latte da Starbucks mentre …

Le nostre abitudini stanno cambiando grazie all’arrivo di ingredienti inediti, come per esempio spezie e aromi. Oggi scopriamo come preparare un chai latte!

Alcuni hanno avuto modo di assaporare il chai latte da Starbucks mentre i più fortunati hanno assaporato questa bevanda durante un viaggio in India: tutti vanno pazzi per questa bevanda.

Il sapore speziato e la consistenza cremosa rendono il chai latte un’alternativa squisita al più famoso chai tea (bevanda a base di tè nero e spezie come per esempio il cardamomo, la noce moscata e lo zenzero).

Cos’è il chai latte?

Per capire cos’è il chai latte è bene tenere a mente che la parola “chai” vuol dire tè mentre la parola “masala” significa mix di spezie.

Va da sé che il chai latte non è altro che un chai tea o masala chai al quale viene aggiunto il latte per bilanciare i sapori e arricchire la bevanda.

Di base ci sono sempre il tè nero e le spezie (es. cardamomo, noce moscata e zenzero), ma viene aggiunto anche una parte di latte intero scaldato o montato.

Differenza tra chai latte e chai tea

Qual è la differenza tra chai latte e chai tea? La ricetta del masala chai resta la stessa, ma il chai latte presenta una parte di latte intero.

L’aggiunta di latte smorza il sapore forte del mix di tè nero e spezie e rende la bevanda più gradevole e cremosa.

Per il resto, però, entrambe offrono quel sapore speziato e floreale tipico della bevanda indiana ormai conosciuta in tutto il mondo.

Origini del chai tea

Il chai tea affonda le sue origini nella notte dei tempi, addirittura oltre 5.000 anni fa: secondo una leggenda, infatti, risale alla bevanda curativa creata alla corte di un re indiano.

Il mix di spezie e acqua fredda o calda è molto cambiata nel tempo, dall’introduzione del tè nero all’aggiunta di altri tipi di spezie.

La bevanda è diventata un must have in India al pari del tè per gli Inglesi, ma è riuscita a oltrepassare i confini nazionali e si è fatta conoscere in tutto il mondo grazie al suo sapore deciso e gradevole.

Noi parliamo del chai latte, ma esistono moltissime varianti del chai tea: chai frappe, chai frappuccino, chai tea con tè verde e latte vegetale e così via.

Chai latte: Proprietà e benefici

Il chai latte, esattamente come il chai tè, vanta una serie di proprietà e benefici connessa agli ingredienti contenuti nella bevanda.

Dalle spezie del chai latte usate nella ricetta, infatti, si ricevono tantissime sostanze antiossidanti e vitamine che agiscono come toccasana per il corpo: il cardamomo sviluppa un’azione antiossidante, migliora l’attività del metabolismo e riduce le infiammazioni delle vie aeree; la noce moscata si comporta come un antidolorifico naturale; lo zenzero ha proprietà antibatteriche, antinfiammatorie e antidolorifiche.

Le numerose varianti dell’indian chai latte prevedono l’aggiunta di ulteriori spezie dalle proprietà formidabili, come per esempio la cannella (riduce il colesterolo “cattivo” e agisce come antibatterico), l’anice (favorisce la digestione) e il pepe nero (sollecita il metabolismo e attiva un’azione brucia grassi).

Il tè nero, grazie alla ricchezza di antiossidanti, riesce a contrastare l’azione dei radicali liberi e ad abbassare i livelli di colesterolo “cattivo”, contribuendo così a tenere sotto controllo la pressione sanguigna e a scongiurare l’arrivo di malattie cardiache.

Per quanto riguarda l’aggiunta di latte (rigorosamente intero), invece, ci affidiamo all’Ayurveda, secondo la quale si tratta di un alimento in grado di nutrire il corpo e regalare appagamento.

P.S. Si tratta di una bevanda che si può bere a dieta: il chai latte restituisce circa 60 calorie per ogni tazza. Tuttavia basta versare del latte vegetale per abbassare ulteriormente la quota calorica.

Chai latte: come farlo a casa

Per il chai tea latte non esiste una ricetta originale con ingredienti standard e dosaggi precisi, ma alcune linee guida a cui guardare.

Nella nostra versione del chai latte useremo un mix homemade che strizza l’occhio alle spezie più usate, cioè quelle che non possono proprio mancare (cardamomo, noce moscata e zenzero). Tuttavia, come già accennato, si possono aggiungere altre spezie.

Per il resto è necessario avere a disposizione del tè nero indiano di qualità capace di restituire un sapore forte e del latte intero destinato a temperare il sapore della bevanda e a dare un tocco di cremosità.

Come si prepara il tè con il latte? Si inizia versando 500 ml di acqua in un pentolino e riscaldandola sul fuoco dolce mentre si prepara il mix di spezie pestando 3 baccelli di cardamomo verde, un cucchiaino di zenzero fresco grattugiato e un cucchiaino di noce moscata.

A questo punto occorre versare il mix di spezie nell’acqua, fare sobbollire e lasciare proseguire la cottura per 10-15 minuti. Dopo aver spento, quindi, è necessario aggiungere alla base del chai latte una o due bustine di tè nero o un cucchiaio di tè nero in foglie, mescolare e lasciare in infusione per 5-10 minuti.

La bevanda va filtrata con un colino, versata nelle tazze da tè e arricchita con un po’ di latte intero riscaldato o montato a parte.

Come bere il chai? Il chai tea latte può essere bevuto bollente o servito freddo, come se fosse una bevanda dissetante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759