Fiori eduli dolci, piccanti, aciduli e amari: quali sono, dove si comprano e quanto costano

156

I programmi di cucina ci hanno aperto un mondo di possibilità tra ricette originali, rivisitazioni dei classici e ingredienti inediti. Scopriamo meglio i fiori eduli! Belli, colorati, profumati e soprattutto commestibili: i fiori eduli danno …

I programmi di cucina ci hanno aperto un mondo di possibilità tra ricette originali, rivisitazioni dei classici e ingredienti inediti. Scopriamo meglio i fiori eduli!

Belli, colorati, profumati e soprattutto commestibili: i fiori eduli danno un tocco in più ai piatti più tradizionali e permettono di creare ricette originali a prova di chef.

A qualcuno sembrerà ancora strano parlare di fiori commestibili, ma non è poi così inconsueto se pensiamo ai fiori di zucca, ai carciofi e ai broccoli.

Negli ultimi anni c’è stata una riscoperta tutti i fiori eduli non solo dal punto di vista decorativo, ma anche e soprattutto come parte integrante di un piatto.

Quali sono i fiori eduli da usare?

I fiori eduli hanno acquisito il significato di decorazione e ingrediente extra delle ricette, dagli antipasti con fiori eduli ai dolci con fiori eduli. Il loro successo è legato alla loro bellezza, ai loro colori e ai loro profumi.

Solitamente i fiori commestibili vengono usati per arricchire insalate, preparare liquori o decorare dolci e cocktail, ma non ci sono limiti alla fantasia.

Purtroppo non tutti i fiori sono commestibili e non tutti i fiori eduli hanno le stesse caratteristiche in termini di odore e sapore.

Fiori eduli dolci

I fiori eduli dal sapore dolce promettono di conferire un tocco dolciastro alle preparazioni e quindi si adattano benissimo a torte, dessert e biscotti. Quali sono i più usati?

  • Angelica – L’angelica è un tipo di fiore dai colori molto vivaci e dal sapore che ricorda molto la liquirizia.
  • Camomilla – I fiori di camomilla usati per preparare la tisana calmante hanno un sapore dolciastro e delicato che si sposa benissimo con i biscotti.
  • Cerfoglio – Il cerfoglio ha fiori molto simili all’aneto che, però, rimandano al sapore dell’anice.
  • Citrus – I fiori di limone, arancio e pompelmo sono bellissimi e profumatissimi, ma devono essere usati con parsimonia in quanto rischiano di coprire gli altri ingredienti.
  • Garofano – Non solo chiodi di garofano. Anche i fiori di garofano possono essere usati come ingrediente dolce extra nella preparazione di pasticcini e biscotti.
  • Gelsomino – I fiori di gelsomino con i loro colori sgargianti e il loro profumo inebriante sono perfetti per  preparare i muffin e i biscotti.
  • Gerani – I gerani possono essere usati in una duplice veste: ingrediente dolce di semifreddi e liquori e companatico di un tagliere di formaggi.
  • Ibisco – Il profumo intenso e il sapore dolce rendono l’ibisco perfetto per tisane e preparazioni dolci. L’essenziale è non esagerare con le quantità.
  • Menta – La menta sembra avere un odore pungente, ma in realtà si presta alla preparazione di gelati, sorbetti e semifreddi decisamente rinfrescanti.
  • Rosa – La rosa non è soltanto un fiore bellissimo, ma può essere usato anche per preparare risotti, dolci, marmellate, cocktail e liquori.
  • Viola – La viola insaporisce confetture, gelati e insalate con un sapore simile alla menta e può essere addirittura candita. Quali sono le viole commestibili? La viola mammola.

Fiori eduli piccanti

Esistono alcuni fiori eduli dalle noti piccanti e pepate che possono dare carattere ai piatti salati e alle preparazioni dolci. Eccone qualcuno.

  • Calendula – La calendula è un fiore inaspettatamente piccante in grado di rendere unici primi piatti, risotti e minestroni.
  • Crisantemo – Questi fiori hanno un sapore piccante e a tratti pungente, oltre che dei colori vivaci e bellissimi.
  • Lillà – I fiori di lillà hanno un profumo tendente all’agrumato e un sapore pepato che si sposa bene con gelati, yogurt e creme.
  • Rucola – I fiori di rucola restituiscono un tocco pepato decisamente pungente, proprio come le foglie usate nelle insalate.

Fiori eduli aciduli

È possibile conferire una nota acidula al piatto usando i cosiddetti fiori eduli aciduli. Quali sono i più apprezzati?

Tra i fiori eduli aciduli spiccano la begonia con un sapore simile a quello del limone (perfetta per sorbetti, gelati e macedonie di frutta) e la verbena odorosa con un sapore di limone più leggero (ideale per i biscotti).

Fiori eduli amari

All’interno del viaggio alla scoperta dei fiori eduli da usare in cucina non possono mancare i fiori dal sapore amarognolo. Quali sono i fiori eduli amari più usati? Ci sono i fiori di cicoria e i fiori di tarassaco.

I fiori eduli: Dove comprarli?

È possibile coltivare i fiori eduli in vaso o in giardino, ma occorre fare attenzione a non usare prodotti chimici e diserbanti visto che poi finiranno nel piatto.

Dove si comprano i fiori commestibili per torte e altre preparazioni? In commercio si trovano sia fiori eduli freschi che fiori eduli essiccati in confezioni miste o in vaschette da una sola varietà.

In ogni caso è possibile acquistare i fiori eduli in un supermercato fornito (es. fiori eduli Coop) oppure online su siti affidabili (es. catalogo fiori eduli Amazon).

Quanto costano i fiori edibili? Il prezzo dipende dal tipo di fiore, dalla varietà di fiori e dalla quantità, ma solitamente vanno da 7 a 20 euro.

In ogni caso è bene ricordare che la parte commestibile dei fiori sono i petali e quindi occorre eliminare gambi e pistilli quando si decide di usarli nelle ricette.

Chi si chiede come essiccare i fiori eduli coltivati in modalità fai da te, invece, non deve far altro che recuperare i petali, inumidirli appena, ripassarli nello zucchero e metterli in freezer. In alternativa può poggiare i fiori aperti su carta forno e lasciare essiccare all’aria aperta ma lontano dal sole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759