Buccia edibile: cosa significa, differenza con buccia non edibile e quando si può mangiare

811

Siamo abituati a pelare frutta e ortaggi, ma in realtà alcune bucce racchiudono il meglio di ogni prodotto. Scopriamo cosa significa buccia edibile e quando si può mangiare! Da chi ama realizzare una cucina anti-spreco …

Siamo abituati a pelare frutta e ortaggi, ma in realtà alcune bucce racchiudono il meglio di ogni prodotto. Scopriamo cosa significa buccia edibile e quando si può mangiare!

buccia edibile

Da chi ama realizzare una cucina anti-spreco a chi strizza l’occhio alle proprietà di ogni alimento: la tendenza di mangiare frutta e ortaggi con la buccia sta dilagando.

Il consumo di prodotti con la buccia edibile permette di non scartare nulla e di fare il pieno di nutrienti importanti.

Cosa significa buccia edibile?

cosa significa buccia edibile

Prima di scoprire perché consumare frutta e ortaggi con la buccia (dove possibile) è bene fare un passo indietro e capire cosa vuol dire buccia edibile.

L’espressione “buccia edibile” ha un significato molto semplice da ricordare: il cibo (frutta, ortaggi e verdure) si può mangiare senza scartare la parte esterna.

In pratica è sufficiente lavare accuratamente il frutto, l’ortaggio o la verdura per consumarlo: non c’è bisogno di sbucciare, pelare o tagliare con il coltello.

Inoltre la buccia, essendo destinata a scopi alimentari, può essere usata per guarnire o insaporire liquori e altre preparazioni.

Purtroppo c’è da dire che questo non vale per tutti: non tutti i frutti, gli ortaggi, le verdure e i tuberi possono essere consumati con la buccia. Di fatto esiste la buccia non edibile.

Perché mangiare la buccia?

Lì dove è possibile, sarebbe meglio consumare la frutta, gli ortaggi e le verdure con buccia edibile interamente (cioè senza produrre scarti).

Questo consiglio dovrebbe diventare una regola preziosa in cucina perché la buccia contiene la maggior parte dei nutrienti e delle proprietà attribuite al prodotto.

Non solo benessere. L’eliminazione dello scarto si allinea con un tipo di cucina che lotta contro lo spreco alimentare.

L’importanza del colore della buccia

buccia edibile limoni

Come già accennato, è possibile beneficiare di moltissimi vantaggi psicofisici consumando la buccia edibile di un frutto, un ortaggio o una verdura.

Se si opera questa scelta è bene tenere a mente che il colore della buccia edibile indica la presenza dei nutrienti contenuti.

  • Giallo e arancione – I colori vitaminici segnalano la presenza di vitamine e minerali dall’effetto positivo su ossa e vista.
  • Viola – Il viola segnala la presenza di sostanze antiossidanti in grado di rallentare l’invecchiamento cellulare e migliorare la salute del muscolo cardiaco.
  • Rosso – Il rosso è indicativo di sostanze dagli risvolti positivi su sistema urinario, sistema cardiovascolare e facoltà cognitive (memoria prima di tutto).
  • Verde – Il verde racchiude i principi attivi e le sostanze attive nella protezione di ossa e salute della vista.
  • Bianco – Anche i prodotti di colore bianco hanno effetti positivi su ipercolesterolemia e insorgenza di problemi cardiovascolari.

Buccia edibile: come lavare frutta, ortaggi e verdura

La buccia edibile è una parte commestibile ricca di nutrienti e sostanze benefiche, ma può essere mangiata soltanto se di origine biologica o se lavata accuratamente.

Se biologico allora si può avere la certezza di avere tra le mani un prodotto coltivato senza sostanze chimiche. Quindi, non ci saranno tracce di residui pesticidi e sostanze tossiche dannose per la salute.

In presenza di dubbi è sempre meglio lavare il cibo in modo accurato: come? Basta sciacquarlo sotto acqua corrente; metterlo in un recipiente; coprirlo con l’acqua; aggiungere un cucchiaino di bicarbonato di sodio; lasciarlo in ammollo per almeno 10-15 minuti; risciacquare attentamente.

Frutta, ortaggi e verdure con buccia edibile: quali sono?

buccia edibile significato

Quali frutti si possono mangiare con la buccia? Quali ortaggi si possono consumare con la buccia? Per fortuna molti.

  • Agrumi – I limoni e le arance hanno buccia edibile, anzi la buccia edibile dei limoni e delle arance contiene una quantità di vitamine maggiore rispetto alla polpa o al succo.
  • Frutta – Tra la frutta con buccia edibile ci sono le mele (vitamina A, vitamina C, vitamina K e potassio), il kiwi (fibre) e la banana  (vitamine e fibre).
  • Tuberi – La patata è uno dei tuberi commestibili che bisognerebbe mangiare con la buccia perché ricca di fibre, vitamina B6, vitamina C, potassio, magnesio, calcio e ferro.
  • Ortaggi – La lista degli ortaggi con buccia edibile è lunga: cetriolo (vitamina A, vitamina K, minerali e fibre), carota (antiossidanti e vitamina A), melanzana (flavonoidi), zucchina (potassio, acqua e fibre).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759
Non perderti le ultime novità! Vuoi ricevere una notifica quando pubblichiamo un'aggiornamento? No, grazie Sì, certo