Differenza tra calamaro e totano: come riconoscerli e usarli in cucina

0

Spesso si parla di totani e calamari come di molluschi interscambiabili, ma la realtà è diversa. Scopriamo qual è la differenza tra calamaro e totano. La maggior parte delle persone crede che totani e calamari …

Spesso si parla di totani e calamari come di molluschi interscambiabili, ma la realtà è diversa. Scopriamo qual è la differenza tra calamaro e totano.

La maggior parte delle persone crede che totani e calamari siano la stessa cosa, eppure questi molluschi cefalopodi presentano un aspetto e un sapore molto diverso.

La confusione deriva dagli elementi che condividono: struttura affusolata, mantello avvolgente, testa con occhi laterali e becco e 10 tentacoli (2 lunghi con 4 file di ventose e 8 corti con ventose peduncolate).

Imparare la differenza tra totano calamaro è importante per riconoscere i molluschi e sfruttare le loro caratteristiche nelle preparazioni culinarie.

Differenza tra calamaro e totano

Che differenza c’è tra totano e calamaro? La differenza non è solo a livello fisico ma anche e soprattutto relativa alle carni (consistenza e sapore).

Dimensione

La dimensione non è un tratto che aiuta a distinguere i due molluschi, nonostante si dica che il totano sia più grande del calamaro.

Se pensiamo alle specie di calamaro più comuni, fatta eccezione per il totano gigante, noteremo che il Loligo vulgaris può arrivare fino a 40 centimetri mentre il Loligo forbesii raggiunge anche i 90 centimetri.

Se guardiamo alle due specie più comuni di totano, invece, abbiamo il Todarodes sagittatus che raggiunge anche un metro di lunghezza e l’Illex coindetii che non supera i 40 centimetri.

Colore

Tra le differenze più evidenti tra calamari e totani spicca il colore della pelle, rosa tendente al viola per i calamari e marroncino quasi aranciato per i totani.

Pinne

A marcare la differenza tra calamari e totani ci sono anche la forma e la posizione delle pinne: membrane romboidali posizionate a metà del mantello nei calamari e triangolari e collocate nella parte finale del corpo nei totani.

Penna

Un’altra differenza tra calamaro e totano è costituita dalla penna o gladio, vale a dire la struttura sottile, trasparente e rigida che contiene i visceri. È più spessa nei calamari mentre è più sottile nei totani.

Tentacoli

I calamari e i totani sono dotati di 10 tentacoli, 2 dei quali più lunghi con più file di ventose e 8 corti con ventose peduncolate .

In realtà, però, i tentacoli dei due molluschi presentano qualche differenza: quelli dei calamari presentano sole ventose mentre quelli dei totani possono vantare anche piccoli uncini.

Stagione

Sia i calamari che i totani vivono in fondali sabbiosi, fangosi e rocciosi, ma presentano “stagionalità” diverse.

È bene ricordare che i calamari vengono pescati orientativamente tra settembre e dicembre mentre i totani possono essere pescali da aprile a luglio.

Carne

La differenza tra calamaro e totano è evidente anche dal punto di vista della consistenza della carne dei due molluschi: morbida nel calamaro e croccante nel totano.

Questo crea una differenza di sapore tra totano e calamaro: sapore meno pregiato per i totani e sapore più delicato per i calamari. Eppure alcune ricette a base di totano sono saporitissime.

Prezzo

Costano di più i totani o i calamari? In linea di massima a costare di più sono i calamari perché considerati più pregiati per via delle carni tenere e gustose.

La differenza di prezzo tra totani e calamari è più evidente sul prodotto fresco (20-30 euro per i calamari e 8-10 euro per i totani), ma viene ammortizzata quando si tratta di prodotti surgelati.

Qual è la differenza tra totano e calamaro e seppia?

Dopo aver capito le caratteristiche di totano e calamaro è normale chiedersi come distinguere questi molluschi dalla seppia.

La seppia ha un sacco viscerale di forma ovale molto più largo e grosso rispetto agli altri due molluschi. In più possiede una conchiglia conosciuta come “osso di seppia” usata per sorreggerla e farla galleggiare.

La differenza tra calamaro e totano in cucina

È possibile usare totani e calamari in ricette diverse, passando dalle cotture veloci ad alte temperature alle cotture lunghe a basse temperature. Quindi non c’è differenza di cottura tra totani e calamari.

Per iniziare potete gustare i totani ripieni con riso, olive e capperi o il risotto ai totani mentre potete assaporare i calamari alla griglia con aceto balsamico e miele, i calamari saltati con soia, la zuppa di cozze con polpi e calamari, il risotto con calamari o i calamari gratinati con patate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759