Pangrattato fatto in casa: come si fa, trucchi e varianti

383

Il pangrattato è spesso sottovalutato ma incredibilmente utile in cucina, noto per la sua capacità di conferire croccantezza e consistenza a molti piatti. Ma come si fa il pangrattato fatto in casa? Dalla scamorza impanata …

Il pangrattato è spesso sottovalutato ma incredibilmente utile in cucina, noto per la sua capacità di conferire croccantezza e consistenza a molti piatti. Ma come si fa il pangrattato fatto in casa?

Dalla scamorza impanata alle cotolette di pollo fino agli straccetti di pollo, patate e zucchine gratinati: le ricette con pangrattato sono tantissime e tutte buonissime.

Il pangrattato (in inglese bread crumbs) è capace di conferire croccantezza e consistenza a molti piatti. Tuttavia, preparato in casa, può offrire una freschezza e un sapore superiori a quello confezionato.

A cosa serve il pangrattato?

Il bread crumbs è un ingrediente versatile che trova impiego in moltissime ricette, dagli antipasti ai primi fino ad arrivare ai secondi. Ecco alcuni dei suoi utilizzi più comuni:

  • Impanature – Si tratta di un componente fondamentale per creare un rivestimento croccante su alimenti come pollo, pesce, verdure e formaggi prima di friggerli o cuocerli al forno.
  • Ripieni e polpette – Se aggiunto a impasti per ripieni o polpette, aiuta a conferire struttura e consistenza.
  • Farciture di verdure – Può essere utilizzato come base per farciture di verdure come melanzane, zucchine o peperoni.
  • Condimento croccante – Utilizzato come topping su gratin, casseruole o verdure al forno, aggiunge una nota croccante e saporita.

Come si fa il pangrattato fatto in casa

pangrattato fatto in casa
Pane

Quando si tratta di cucinare, poche cose riescono a trasformare un piatto semplice in una delizia croccante e irresistibile come il pangrattato. Le ricette salate conquistano un’altra consistenza e un altro sapore. Per questo tende a finire prestissimo.

In questi casi, il segreto per ottenere piatti irresistibili è capire come si fa il pan grattato in casa anziché chiedersi come si può sostituire il pangrattato.

Di fatto prepararlo in casa non solo garantisce una freschezza senza paragoni, ma offre anche la possibilità di personalizzarlo con erbe aromatiche e spezie. Ecco come procedere con il pangrattato fatto in casa.

Pangrattato con il pane raffermo

È uno dei metodi anti-spreco più conosciuti in assoluto. Praticamente non bisogna far altro che tritare il pane raffermo, cioè il pane vecchio, in un mixer o un robot da cucina. Va bene anche il macinacaffè.

Lavorando il pane raffermo alla massima potenza per qualche minuto regala un risultato sottile e asciutto.

Qual è la differenza tra pangrattato e pane grattugiato quindi? Nessuna. Il nome deriva dal metodo tradizionale di grattugiare i pezzi di pane raffermo: pangrattato è la forma contratta di pane grattugiato.

Pangrattato con il pane fresco

Qualcuno non lo sa, ma è possibile prepararlo con il pane fresco se non si hanno alternative o è in eccesso. Come fare il pangrattato con pane fresco?

La prima cosa da fare è “asciugare” il pane, tagliandolo a pezzi piccoli e passarlo in padella o in forno per una decina di minuti. Dopo averlo fatto asciugare, si procede tritando il pane trasformandolo in pangrattato nel Bimby o un altro robot da cucina o nel mixer.

Pangrattato con friselle

Anche le friselle possono diventare la base per ottenere un pangrattato fatto in casa veloce, croccante e soprattutto buonissimo. Per chi non lo sapesse, la frisella è una specie di pane biscottato a forma di ciambella tipico del sud Italia (Campania, Basilicata, Puglia e Calabria).

Per preparare il pangrattato con friselle non bisogna far altro che spezzettare le friselle in pezzi grossolani e tritati in un robot da cucina o un tritatutto.

Pangrattato con fette biscottate

Se preparato con fette biscottate, il pangrattato fatto in casa diventa un’opzione interessante per ottenere una consistenza croccante e un sapore leggermente dolce.

Tutto quello che bisogna fare è prendere le fette biscottate, iniziare a ridurle in piccoli pezzi e tritarle in un robot da cucina per ottenere una consistenza fine. In alternativa si possono chiudere in un canovaccio pulito e asciutto e tritarle con l’ausilio di un mattarello.

Il trucco della grattugia

Se non si ha la possibilità di usare mixer, robot o macinini oppure si vuole sporcare troppo è possibile usare la grattugia, quella manuale.

Ai metodi già illustrati a base di pane raffermo, pane fresco, friselle e fette biscottate se ne aggiunge un altro, quello del congelamento.

Praticamente è possibile lasciare congelare le fette di pane per alcuni minuti nel freezer e successivamente grattugiarle.

Ci sono varianti?

cosa c e nel pangrattato
Pane ai cereali

Assolutamente sì. Il pangrattato fatto in casa costituisce la base per creare versioni sempre diverse e quindi per arricchire i piatti con differenti profumi e odori. Ecco cosa c’è nel pangrattato:

  • Pangrattato integrale – È sufficiente usare pane integrale anziché il pane bianco tradizionale per un risultato più rustico e con un sapore più robusto.
  • Pangrattato ai cereali – Si può usare un pane ai cereali o aggiungere fiocchi d’avena in fase di tritatura per ottenere una texture più croccante e una nota leggermente dolce.
  • Pangrattato senza glutine – Preparare un pangrattato senza glutine è essenziale per coloro che seguono una dieta senza glutine o che hanno intolleranza al glutine. Il metodo è lo stesso, ma occorre usare pane preparato con farine senza glutine (es. farina di riso, mais, grano saraceno e miglio).
  • Pane grattugiato con spezie – Dopo aver preparato il pangrattato fatto in casa, si possono aggiungere  e mescolare le spezie preferite: paprika, curry, peperoncino e così via.
  • Pangrattato con erbe mediterranee – È sufficiente unire erbe come timo, rosmarino, basilico, prezzemolo e origano per conferire un sapore mediterraneo.
  • Pane grattugiato con noce moscata e cannella – Aggiungere noce moscata e cannella consente di ottenere una variante che si abbina bene con piatti a base di verdure.

Come si conserva il pangrattato fatto in casa

È possibile prepararlo in quantità e poi lasciarlo raffreddare completamente, trasferirlo in un contenitore ermetico e conservarlo in un luogo fresco e asciutto. In alternativa è possibile procedere con la tecnica del sottovuoto.

Se conservato perfettamente, quindi, il pane grattugiato fatto in casa sarà sempre pronto all’uso e può durare fino a un mese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759
Non perderti le ultime novità! Vuoi ricevere una notifica quando pubblichiamo un'aggiornamento? No, grazie Sì, certo