Quali sono gli alimenti ricchi di purine? Ecco la tabella da tenere a mente

0

A volte conoscere bene la composizione del cibo aiuta a restare in salute e/o evitare problemi gravi. Oggi scopriamo quali sono gli alimenti ricchi di purine! CONSIGLIO DEL GIORNO Guadagnare copiando gli investimenti dei TOP …

A volte conoscere bene la composizione del cibo aiuta a restare in salute e/o evitare problemi gravi. Oggi scopriamo quali sono gli alimenti ricchi di purine!

La prima cosa da sapere è che comprendere quali sono le purine e gli alimenti ricchi di purine è utile per tenere sotto controllo la gotta o iperuricemia.

Per chi non lo sapesse, la gotta è una malattia infiammatoria legata all’accumulo di acido urico nel sangue che causa gonfiore, arrossamento e dolore articolare (e in alcuni casi anche muscolare).

A causare questa condizione artritica è un’alterazione del normale metabolismo delle purine, vale a dire quelle sostanze che contribuiscono alla costituzione nuovi acidi nucleici.

Cosa sono le purine?

Le purine sono sostanze organiche caratterizzate da basi azotate di DNA e RNA (adenina e guanina) che vengono prodotte dall’organismo a livello epatico o introdotte attraverso l’alimentazione.

Ma le purine quali sono? Perché si parla di purine e pirimidine? Entrambe le basi sono parti vitali dei nucleotidi cellulari: le purine più conosciute sono l’adenina, l’ATP, la guanina, la xantina, la GTP, l’acido urico, la paraxantina, la teobromina, l’ipoxantina, la teofillina e l’isoguanina mentre le pirimidine sono la timina, la citosina e l’uracile.

Il consumo di alimenti ricchi di purina costringe il fegato a metabolizzare queste sostanze e a rilasciare acido urico nel sangue come prodotto di scarto (destinato a essere filtrato dall’attività renale ed espulso attraverso le urine).

Il problema insorge quando l’acido urico si accumula a causa di un’alterazione del normale processo di degradazione e apre la porta a problematiche differenti, dalla formazione di calcoli renali alla gotta.

Alimenti ricchi di purine: Tabella

Gli alimenti ricchi di purine non sono pericolosi per tutti, ma soltanto per chi soffre di iperuricemia perché andrebbero ad aumentare la concentrazione di purine.

C’è da dire che non tutti gli alimenti con purine sono uguali: ci sono concentrazioni di purine basse, moderate e alte.

I pomodori aumentano l’acido urico? Qual è la relazione tra noci e acido urico? Cosa bisogna sapere sul caffè e acido urico?

Tra gli alimenti con alte concentrazioni di purine ci sono le interiora (es. cervello e fegato) e la carne di selvaggina ricca di grassi (es. cervo).

Non bisogna dimenticare che alcuni alimenti ricchi di grassi saturi possono ostacolare la metabolizzazione delle purine: carne di maiale, manzo, agnello, pollo, pesce azzurro e frutti di mare.

Anche alcune bevande possono inibire il metabolismo delle purine, dai prodotti con sciroppo di mais a quelli con lievito fino alle salse e ai sughi pronti. Rientra in questa categoria anche l’alcool.

Tra i cibi con concentrazione media spiccano qualche verdura, alcune carni, germe di grano, piselli, funghi, fagioli, lenticchie, crusca di grano, farina di avena, vino e succhi di frutta.

Gli alimenti meno ricchi di purine sono le carote, le verdure a foglia verde, i pomodori, l’aceto, gli oli, le spezie, la pasta, il pane, il riso, le patate, i popcorn, le uova, i derivati del latte e la frutta.

È opportuno ricordare che chi soffre di iperuricemia dovrebbe seguire una dieta povera di purine in modo da scongiurare un ulteriore aumento della percentuale presente nell’organismo.

Quali sono gli alimenti ricchi di purine? Non ci resta che dare uno sguardo alla seguente tabella sul contenuto di purine negli alimenti:

Percentuale purineAlimenti
Elevata (da 150 a 800 mg)  Cervello, selvaggina, animelle, rognone, fegato, acciughe, aringhe, sardine, sgombre e cozze.
Media (da 50 a 150 mg)Carne, pollo, pesce, gamberi, crostacei, granchi, ostriche, insaccati, lenticchie, arachidi, fagioli, piselli, spinaci, asparagi, cavolfiori, funghi, germe di grano e prodotti a base di farina integrale.
Bassa (da 0 a 50 mg)Latte, formaggi, uova, frutta, verdura, ortaggi, pasta e cereali.

Oltre l’alimentazione …

In caso di iperuricemia non basta sapere quali sono i cibi ricchi di purine e limitarne e/o evitarne il consumo, ma occorre portare avanti qualche modifica nello stile di vita.

Cosa si mangia in caso di uricemia alta? Sì a riso e pasta non integrali, latte e derivati, uova, frutta e verdura di stagione ed olio extravergine di oliva. Nella dieta povera di purine sono ammessi con moderazione affettati, pollo, carni rosse, pesci a basso contenuto di purine e legumi, frutta secca.

In pratica come far abbassare l’acido urico si trasforma in una selezione di alimenti, preferendo quelli a basso contenuto di purine, privilegiando i carboidrati in grado di favorire l’espulsione dell’acido urico e limitando fruttosio e lipidi capaci di trattenerlo.

Inoltre è indicato aumentare l’introito di liquidi allo scopo di favorire la diuresi e l’espulsione di acido urico e prevenire la formazione di calcoli renali.

E ancora, sarebbe meglio mettersi a dieta per ridurre il peso corporeo, ma senza sottoporsi a percorsi dimagranti troppo restrittivi.

In ultimo, ma non per importanza, è indicato non prendere aspirina perché in grado di ridurre l’opera di filtraggio dell’acido urico da parte dei reni. Meglio assumere il paracetamolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759