Dolci: il ritorno alla tradizione con le ricette di una volta

0

Sempre più persone stanno riscoprendo il piacere di creare in cucina, i motivi sono tanti tra cui il risparmio, la gioia di dare vita ad un impasto, conoscere con precisione quello che si mangia. Gli …

Sempre più persone stanno riscoprendo il piacere di creare in cucina, i motivi sono tanti tra cui il risparmio, la gioia di dare vita ad un impasto, conoscere con precisione quello che si mangia. Gli scandali e le frodi in ambito alimentare infatti (ne abbiamo parlato anche su Cucinare Facile) hanno spinto i consumatori ad essere più attenti.

I dolci tradizionali rientrano sicuramente nella categoria del comfort food, cibi così saporiti e calorosi che sembrano prendersi cura di noi, proprio come facevano le nonne. Il pane, le confetture, i biscotti e i pasticcini da tè possono essere personalizzati per ogni occasione partendo da un impasto baso si può dare vita a nuove ricette.

Gli ingredienti per il gli impasti base sono farina e zucchero, con l’aggiunta di uova, acqua e burro. In base a quello che si aggiunge ad acqua e farina si ottiene la frolla, la sfoglia o la pasta lievitata. Noi abbiamo deciso di partire con la frolla perché la ricetta di questa settimana prevede proprio l’utilizzo di questo impasto base.

Pasta frolla (ricetta della nonna)

ricetta-pasta-frolla-senza-burro-2-e1413989998984

  • 500 grammi di farina di grano tenero
  • 300 grammi di burro
  • 200 grammi di zucchero
  • 3 tuorli
  • 10 grammi di miele
  • Vanillina
  • Scorza grattugiata di un limone

La prima cosa da fare è mettere tutti gli ingredienti sulla spianatoia o su un piano da lavoro. Lavorate il burro con lo zucchero sino ad ottenere un composto cremoso e spumoso, se usate una planetaria non aumentate troppo la velocità, la frolla è un impasto che richiede delicatezza. Continuando a lavorare con la spatola unite prima i tuorli uno alla volta e poi la farina setacciata, infine profumate con limone e vanillina. Quando l’impasto sarà liscio e omogeneo coprirlo con la pellicola e farlo riposare in frigo almeno 5 ore.

Per ottenere una frolla perfetta il segreto è nel burro che deve essere di qualità e ricco di panna, inoltre non deve essere troppo freddo, altrimenti non si amalgama con gli altri ingredienti. Se volete una frolla friabile potete aggiungere del burro senza superare la percentuale dell’80% di farina. Per esempio con la ricetta che vi abbiamo fornito, potete aumentare di 100 grammi la quantità di burro. Tuttavia se non vi piace il burro e volete diminuire la dose ricordate che deve essere almeno il 30% della farina. Ricordate che per un impasto elastico e che non si sbriciola, si può aggiungere un albume.

La cottura della pasta frolla è un aspetto delicato e varia in base alle ricette, ricordate di infarinare e imburrare sempre la teglia o di utilizzare uno strato di carta forno. Esistono due tipi di cottura, quella a vuoto richiede più impegno da parte vostra per stendere la sfoglia che deve essere bucherellata per evitare che si formino delle bolle d’aria.

Biscottini bicolore

dscn0109

Con l’impasto base della frolla si possono realizzare dei frollini bicolore. Visto che si avvicina il Natale può essere un’idea regalo molto apprezzata e soprattutto low cost. Quando tirate la frolla dal frigo dividetela in due parti, ad una aggiungete 1 cucchiaio di cacao amaro (oppure un colorante alimentare il polvere a vostra scelta) e impastate. Stendete le due frolle, poi spennellate con uovo sbattuto e sovrapponetele, passate il mattarello per unire, pareggiate i bordi con il coltello e arrotolate. Mettete nuovamente in frigo per circa 1 ora, poi tagliate a rondelle e cuocete in forno già caldo a 108°C per 15 minuti. Quando si raffreddano mettete in un sacchetto e chiudete con un nastrino se dovete regalargli, oppure conservateli in una scatola di latta.

E con gli albumi avanzati dalla frolla? Facciamo le meringhe

In pasticceria non si butta via niente, per la pasta frolla servono solo i tuorli, con gli albumi invece si possono fare delle splendide meringhe. Anche la meringa è un impasto base e gli ingredienti sono zucchero e albumi, lavorati insieme a lungo per ottenere un impasto soffice e leggero come una nuvola. In base al procedimento per montare gli albumi abbiamo la meringa francese e quella italiana. La prima viene infornata, la seconda è alla base di semifreddi e mousse. Ricordate che per la meringa il peso dello zucchero deve essere sempre il doppio degli albumi quindi per 100 grammi di albumi avrete bisogno di 200 grammi di zucchero. Per la cottura invece prestate attenzione alla temperatura, se è bassa la superficie si spacca di meno e le meringhe rimangono più bianche, quindi cuocete a 140°C per 1 ora e mezza.

La ricetta per la colazione: crostatine al limone

Come vi abbiamo anticipato con gli impasti base si possono creare molti altri dolci come queste crostatine al limone ottime per la prima colazione. L’impasto si può preparare la sera prima e al mattino si possono infornare svegliando tutti i cari con l’odore intenso del limone e della frolla.

Ingredienti per la frolla

100 grammi di farina

50 grammi di burro

60 grammi di zucchero

1 uovo intero e 1 tuorlo

Scorza di limone

Ingredienti per la crema

1 uovo intero e 3 tuorli

2 bicchieri di panna

Succo e scorza di 2 limoni

Preparate la frolla unendo tutti gli ingredienti, dovete essere molto veloci nelle operazioni perché l’impasto non deve scaldarsi troppo. Quando sarà liscio e compatto avvolgetelo nella pellicola e lasciatelo riposare. Nell’attesa potete preparare la crema, unendo a freddo tutti gli ingredienti. Con le dosi che vi abbiamo dato si ottengono 4 mini crostate, ma se non avete gli stampi potete usare anche quelli di carta facilmente reperibili in tutti i negozi di pasticceria o nei negozi della grande distribuzione. Riempite con la crema e cuocete a 165°C per 30 minuti.

Abbiamo trovato una variante di crema al limone che è un composto preparato con 2 uova intere, 2 tuorli, 100 grammi di zucchero, 50 grammi di farina, 50 grammi di fecola di patate, 50 grammi di burro, il succo e la scorza (grattugiata) di 1 limone, poi si ricopre con la frolla e si porta a cottura in forno già caldo a 162°C per 40 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759